Il virologo Burioni: “Una data per la fase 2? Se avessimo un vaccino…”

Il noto medico e ricercatore italiano specializzato in virologia Roberto Burioni ha commentato la situazione ai taccuini dell’edizione odierna di Tuttosport.

Questo il suo pensiero: “Dovremo certamente convivere con questo virus almeno per qualche mese, poi speriamo che arrivi un vaccino che ci liberi definitivamente da questa minaccia. Questo ci ricorda quanto fosse sciocca l’opposizione ai vaccini, perché ora vediamo bene che cosa significhi avere a che fare con un virus pericoloso e non poter disporre di un vaccino. Se avessimo un vaccino, sarebbe tutto risolto. Ma il vaccino non c’è e allora dobbiamo pensare a una ripresa solo graduale delle nostre attività. Indicare una data adesso per la ‘fase 2’ non ha molto significato“.