Viene dal Brasile ma ha tanta esperienza in Italia. Ecco Gabriel, il nuovo portiere giallorosso2 min read

È brasiliano ma non è un trequartista o un attaccante. Ha un discreto rapporto con il pallone ma la sua funzione, in mezzo al campo, è quella di sventare ogni tiro avversario, grazie ad un innato talento tra i pali. Oggi, vogliamo presentarvi Gabriel, il nuovo portiere del Lecce, l’ultimo acquisto di un Meluso scatenato e pronto a tutto pur di consegnare a Liverani una squadra di livello.

Lo abbiamo visto all’opera nella scorsa stagione e, francamente, ci ha impressionato. Contro i giallorossi, cosi come in altri incontri nei quali ha difeso la porta del Perugia, l’estremo difensore carioca ha dimostrato di essere un portiere di altra categoria, sprecato per la Serie B.

Il classe ’92 è stato notato e portato in Italia dal Milan, che lo ho prelevato dal Cruzeiro. Con i rossoneri, a dir la verità, non ha trovato tanto spazio ed ha girovagato alla ricerca della sua dimensione. Carpi, Napoli e Cagliari rappresentano le altre piazze nelle quali ha giocato nella massima serie. Empoli, invece, è stata una tappa fondamentale della sua carriera, nonostante la mancata riconferma una volta vinto il campionato.

Il numero uno brasiliano ha disputato un ottimo torneo anche in questa stagione, diventando una garanzia per Nesta ed i suoi compagni. Sebbene i primi anni in Italia Gabriel non sia sceso in campo tantissime volte, ha anche vissuto la soddisfazione della convocazione con la maglia verde oro del Brasile.

La dirigenza salentina crede fortemente nelle sue qualità e ha l’intenzione di creare una sana concorrenza con Vigorito, l’altro portiere che gli contenderà il posto da titolare. Il ragazzo di Unaì, città a due passi dalla capitale Brasilia, è consapevole di non poter sprecare questa chance, l’ultimo treno di una carriera meno proficua di quella che sarebbe dovuta essere.

Qualcuno alla notizia del suo acquisto ha storto il naso, credendo che il suo arrivo non facesse compiere nessun salto di qualità alla rosa. Lui, che di professione vola tra i pali di una porta di calcio, avrà il compito di parare i mugugni iniziali e convincere i suoi detrattori che è un portiere da Serie A.