header logo

Dopo aver tessuto le lodi del Lecce, non appena vinta l'Europa League, Gian Piero Gasperini passa ai fatti. L'allenatore “quasi manager” della Dea vorrebbe per la sua squadra uno dei giocatori simbolo del progetto-Lecce: Patrick Dorgu

Il profilo di Dorgu è molto interessante per una squadra come l'Atalanta. Compirà 20 anni solo ad Ottobre, ma sembra già essere un veterano in campo. In Primavera con Coppitelli e poi in prima squadra con D'Aversa ha giocato da terzino fluidificante lungo la fascia sinistra, dimostrando di avere corsa, dinamismo e tecnica per competere già ad alti livelli in Serie A. 

Poi l'arrivo di Luca Gotti ha fatto letteralmente esplodere il giocatore che, scevro da compiti difensivi dove è ancora un po' acerbo, ha dato il meglio di se in fase offensiva giocando qualche metro più avanti nel 4-2-3-1. Una sorta di ala che poi diventava un trequartista aggiunto avendo agito spesso centralmente.

Un calciatore freddo, nonostante l'età, che arriva con estrema facilità al gol (e se non fa gol ci arriva molto vicino). Tutte abilità da affinare ma che fanno capire già di che pasta è fatto il calciatore che per il momento gira attorno all'U21 danese ma che molto presto, magari dopo l'Europeo, approderà nella Nazionale dei grandi. 

E se Dorgu rimanesse ancora un anno a Lecce? Ne parliamo di qua ➡️

locandina open day
locandina open day
Il Lecce di Luca Gotti: la possibile formazione da sogno aspettando il mercato
Rissa e coltellate fuori dalla discoteca: cinque denunce a Gallipoli

💬 Commenti