INTERVISTA

Causio: "Lecce preparati, gennaio sarà cruciale"

Scritto da Redazione  | 

Franco Causio, ex centrocampista di Lecce e Juventus, ha rilasciato una lunga intervista al Nuovo Quotidiano di Puglia, parlando dei giallorossi impegnati quest'anno nella massima serie. Ecco di seguito le sue parole: 

NEL SEGNO DELL’OTTO 

“Il campionato  ricomincia nel segno dell’otto. Il Napoli ha otto punti di vantaggio sul Milan che è secondo in classifica, il Lecce ha otto punti di vantaggio sulla zona rossa, sulla Cremonese che è terzultima ed in mezzo c’è pure lo Spezia, che incontrerà subito dopo la partita contro la Lazio al Via Del Mare. Adesso l’incognita arriva dalla sosta invernale, mai così lunga". 

LA PAUSA

"Pausa positiva? Per la squadra giallorossa la lunga pausa è arrivata proprio quando stava esprimendo il meglio di se stessa sul piano del gioco e dei risultati. La squadra ha trovato comunque grande autostima e fiducia. La ripresa può seminare tanti trabocchetti ma Baroni è un allenatore che sa adeguare il gioco alle logiche nuove, con una manovra incisiva, squadra ben protetta e velocità e aggressività quanto serve per mettere in difficoltà gli avversari. Se volete, è un po’ il calcio del mondiale che si è liberato dei passaggi infiniti, spesso leziosi. È il calcio pratico, bello a vedersi, ma che punta sul concreto, sulle ripartenze che creano problemi all’avversario, sul valore del gioco sulle corsie esterne, sulle fasce”.

GIOVENTÙ

“È un Lecce giovane che ha la personalità di gente come il campione del mondo francese Umtiti, o a centrocampo l’autorevolezza di uno Hjulmand, sempre nel cuore della partita. Leggo che è anche interessato ad un ulteriore potenziamento con il romanista Bove, che sarebbe un arrivo importante, ho avuto modo di vederlo, mi piace”.

LAZIO 

“La lunga sosta ha rimesso in gioco un attaccante decisivo come Immobile, ma il Lecce delle ultime tre gare prima della pausa può farcela. Gennaio sarà un mese cruciale, perché i giallorossi hanno scontri diretti contro formazioni in zona rossa. È un Lecce che può svoltare verso la salvezza”.