header logo

Federico Guidi, tecnico della Roma Primavera, è intervenuto ai microfoni della sala stampa al termine della sfida di Supercoppa Primavera TIM vinta contro il Lecce. Queste le sue parole. 

La partita

Sono molto soddisfatto, la squadra ha fatto un'ottima prestazione, giocando un buonissimo calcio, mettendo in campo i principi su cui lavoriamo quotidianamente. Per quello che abbiamo visto i ragazzi meritavano di alzare questo trofeo. La stagione è appena iniziata, questa vittoria deve darci motivazione per continuare sulla strada intrapresa. Oggi gioiamo per il trofeo ma da domani ci concentreremo sull'inizio del campionato, la strada è ancora lunga da percorrere. 

Il Lecce

Negli ultimi minuti il Lecce ha provato a mettere la palla profonda, mettendo giocatori vicini per giocare sulle seconde palle. Hanno giocato una partita sporca negli ultimi minuti, eravamo stati bravi a evitarlo in precedenza. Sul finale è subentrata un po' di ansia sul risultato, abbiamo fatto un passo indietro e abbiamo rischiato su un calcio d'angolo. Lo scorso anno il Lecce ha vinto lo Scudetto e i cinque 2004 che erano in campo nello scorso campionato hanno spostato gli equilibri. Questo avvalora la nostra prestazione e la qualità del gioco espresso dalla squadra. 

Futuro

Quest'anno le regole sono cambiate, la federazione ha fatto un passo per avvicinarci alla Primavera del prossimo anno, che sarà under 20. In base a questo abbiamo costruito la rosa. Aspetterò fino a fine mercato e allenerò i giocatori che la società mi metterà a disposizione. I 2006 in campo? Non faccio scelte in base alla carta d'identità, noi crediamo ciecamente in tutti i ragazzi rimasti nella Primavera. 

Faticanti

Non so della trattativa con il Lecce, secondo me è un giocatore di grandissimo talento. Non è casuale che sia diventato vice-campione del mondo sotto età con la nazionale under 20. E' un ragazzo che da sempre fa parlare di sé per le sue qualità. 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"