header logo

Ha parlato riguardo al futuro Napoli di Antonio Conte l'allenatore del Taranto Eziolino Capuano, che ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli ha espresso le sue perplessità e i suoi dubbi sulla prossima stagione dei partenopei.

In primis Capuano ha risposto a una domanda riguardante il modulo del tecnico salentino, considerando che il 3-5-2 di Conte è ben diverso dal 4-3-3 con il quale il Napoli ha giocato nelle ultime stagioni.

Come giocherà il Napoli?

Secondo lui, giocatori di primo livello come i giocatori del Napoli non riscontreranno grosse difficoltà nell'adattarsi, riuscendo a trovare la quadra anche in una situazione non del tutto congeniale:

nella mia carriera tante volte mi è capitato un esterno destro basso di fargli fare il braccetto. Qua però parliamo di giocatori da Napoli, quindi da uno dei top player dei top club più importanti, quindi è normale che nella fase di costruzione si andranno a prendere giocatori con quelle caratteristiche.

Subito dopo il tecnico del Taranto ha spostato l'attenzione su un dettaglio fondamentale: le marcature preventive. Secondo Capuano, un gioco così basato sugli esterni necessita un grande lavoro sulle preventive:

…la capacità di una squadra per essere razionale è anche nel momento in cui produci un'azione d'attacco di fare la fase di copertura. Le coperture preventive oggi le usano tutte, con quelle vai ad attaccare la figura. Io dico proprio la copertura dello spazio, la copertura anche se non c'è una figura…

Conclude il suo intervento sottolineando quanto secondo lui, Conte debba fare affidamento su Kvaratskhelia, tentando di valorizzarlo proprio come Spalletti aveva fatto con il georgiano:

Gira tutto intorno a Kvaratskhelia, questa è una cosa di cui ho sentito parlare poco. Nel 3-5-2 tu mi dici può giocare chiunque se uno è forte, ma Kvaratskhelia nel 3-5-2 dovrebbe fare la sottopunta. Secondo me Kvaratskhelia è un esterno. Sono anche le caratteristiche dei giocatori che poi debbano far sì che un allenatore importante come Antonio vada ad enfatizzarne…

In conclusione si può dire che Capuano abbia riservato a Conte belle parole e, in un certo senso, anche dei piccoli suggerimenti su come schierare al meglio la squadra.

Una squadra da ricomporre

Certo è che l'estate di Conte non sarà semplicissima; il mercato, sia in entrata che in uscita, è complesso e al momento pone uno scoglio enorme come la partenza del capitano Di Lorenzo.

Come il Napoli giocherà lo vedremo solo ad agosto, con l'inizio della stagione e gran parte del mercato già svolta. Solo in campo riusciremo a vedere se la coppia Conte-De Laurentiis si rivelerà vincente.

Poggiardo, DASPO urbano a due giovani per lesioni e percosse
Bari, si ritira Valerio Di Cesare. E quella battuta sul derby con il Lecce