header logo

Il Lecce piazza il suo primo colpo di mercato invernale, pescando dal Colon (massima serie del campionato argentino), l'esterno offensivo Santiago Pierotti, rinforzando il reparto d'attacco che in questo momento è privo di Banda, impegnato con la Coppa d'Africa, e Sansone alle prese con un problema fisico. Il classe 2001, di nazionalità italo-argentina, è atteso in giornata in città per le consuete visite mediche di rito mentre in quella di domani conoscerà per la prima volta mister D'Aversa e i nuovi compagni, mettendosi a disposizione della squadra. 

Le cifre dell'accordo

L'oramai ex giocatore del Colon, nonostante una clausola rescissoria da 3 milioni di euro con il suo vecchio club, approda nel Salento per circa un milione. In estate il Bologna aveva fiutato il colpo ma l'affare non si è concretizzato in quanto il ragazzo era ancora extracomunitario. Nelle scorse settimane ha ottenuto il passaporto italiano e si sono aperte le porte del mercato italiano. Sin dai primi giorni di trattative sono emerse indiscrezioni su un interessamento del Palermo: il Lecce con uno sprint si è garantito le prestazioni del 22enne.

L'apporto alla squadra di D'Aversa

Pierotti

Nonostante l'altezza (189 cm) e una struttura fisica imponente, Pierotti è un giocatore particolarmente agile negli spazi stretti, diventando pericoloso nelle lunghe distanze grazie alle sue distese leve. Dotato di una buona tecnica di base, fa del dribbling la sua arma migliore. Il suo destro educato, inoltre, gli permette di avere un'ottima conclusione dalla medio-lunga distanza. Nato trequartista, la sua propensione nell'uno contro uno gli ha permesso di allargare la sua manovra, diventando a tutti gli effetti un esterno d'attacco (tanto è vero che la maggior parte degli incontri giocati in carriera sono stati disputati proprio in quella porzione di campo), abile a garantire ai suoi compagni una certa superiorità numerica durante la manovra offensiva. Nonostante il gol non gli scorra nelle vene, almeno fino ad oggi, con soli 10 in carriera tra i professionisti, il ragazzo vanta una discreta esperienza tra i grandi con oltre 100 presenze all'attivo. Il suo innesto, sicuramente, aumenterà il numero di scelte tattiche del suo allenatore che potrà contare su una valida alternativa da poter affiancare ai giocatori in rosa, sopperendo nel breve periodo ad alcune assenze che la squadra dispone nel reparto. Riuscirà ad integrarsi, aiutando i suoi compagni a raggiungere l'obiettivo della salvezza?

 

 

 

In diretta su Twitch a partire dalle 15:30. Come seguirci
Lecce, compitino riuscito e sconfitta puntuale