header logo

Antonino Gallo e Patrick Dorgu. Lo scorso anno i due giovani terzini giallorossi hanno condiviso la fascia sinistra, giocando entrambi con regolarità e mostrando al calcio italiano il loro valore.

La loro stagione

Nella prima parte di stagione, con Roberto D'Aversa in panchina, il laterale difensivo danese ha trovato maggiore spazio come terzino mentre con l’arrivo di Gotti è stato utilizzato da esterno di centrocampo, grazie alla sua falcata ed alla sua progressione senza palla. 

L’ex Palermo, invece, ha finito la stagione in maniera eccezionale. Nella prima parte di campionato ha svolto il suo compito senza troppi acuti, ma nel girone di ritorno ha chiuso con prestazioni eccellenti, che gli hanno permesso di diventare un beniamino del pubblico salentino e di finire sul taccuino di diversi club di prima fascia.

Gallo affronta Politano

Cosa succederà in estate?

Sia Gallo che Dorgu hanno tanti estimatori e tanti tra gli addetti ai lavori apprezzano le loro qualità. Al momento, non sono ancora arrivate offerte ufficiali per nessuno dei due ma non è escluso che nei prossimi giorni direttori sportivi italiani e non possano bussare alle porte di Pantaleo Corvino e Stefano Trinchera, dopo aver effettuato i primi sondaggi sul loro conto.

Soprattutto per il terzino classe 2000 potrebbe essere arrivato il momento di lasciare il club salentino, che tanto gli è servito per crescere e maturare in Serie A. Gallo a Lecce sta bene ma forse adesso sente il bisogno di provare una nuova esperienza, per vivere nuovi stimoli e giocare per qualcosa di più di una semplice salvezza.

Qualora l’ex Palermo dovesse lasciare il Salento, ecco che la società di Via Costadura ha pronta la strategia per il futuro: Dorgu sarà utilizzato da terzino e dal mercato arriverà un nuovo laterale difensivo che si giocherà il posto con il classe 2004 danese.

locandina open day
locandina open day
Il Lecce di Luca Gotti: la possibile formazione da sogno aspettando il mercato
Il prossimo anno Juventus ad Altamura e Monopoli: ecco il motivo

💬 Commenti (1)