header logo

Leader silenzioso, tenace, caparbio, guerriero in mezzo al campo. Alexis Blin è da qualche anno a questa parte uno dei punti fermi dello scacchiere giallorosso.

Arrivato in Serie B nel 2021, dall’Amiens, ha collezionato fino a oggi in maglia salentina 69 presenze, ottenendo una promozione nel massimo campionato e una salvezza, realizzando lo scorso anno un pesante gol nella partita vinta dai giallorossi sul campo dell’Atalanta con il punteggio di 2-1.

Blin è un giocatore molto duttile, perché può occupare praticamente tutte le posizioni del centrocampo: dal vertice basso, davanti alla difesa, alla mezz’ala e all’occorrenza anche il centrale difensivo, risultando un vero e proprio jolly per le scelte tattiche del suo mister D’Aversa.

In questi anni si è sacrificato molto per i suoi compagni, offrendo sempre prestazioni di alto livello e spirito di combattimento, lottando su ogni pallone e contribuendo al raggiungimento degli obiettivi della sua squadra.

Con i suoi 184 centimetri, il giocatore francese è dotato di ottima forza fisica, abile nella gestione e nel recupero della palla durante la fase d’interdizione ma è anche provvisto di una buona tecnica ed elevazione nelle situazioni aeree.

In questo avvio di stagione, ha giocato in tutte le partite ma sempre da subentrato, vista la folta concorrenza d’interpreti all’interno del centrocampo giallorosso, per un totale di 68 minuti, con una media di 18 tocchi a partita e una precisione nei passaggi pari all’86%. Lo scorso anno, invece, sempre in Serie A, aveva totalizzato 35 presenze, 26 delle quali giocando dal primo minuto.

Sicuramente, anche quest’anno, i suoi compagni e lo stesso allenatore potranno contare sul suo apporto, mai banale, consapevoli che il suo carisma e la sua leadership saranno fondamentali per aiutare la squadra al raggiungimento dell’obiettivo della salvezza, regalando ancora una volta, piacevoli gioie e soddisfazione ai propri tifosi i quali, oramai, lo considerano come un vero e proprio idolo di questa piazza.

Lecce-Napoli, dove vedere la partita in tv e in streaming: gli orari e le probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"