header logo

Si è imposta per 4 a 3 la nazionale italiana Under 21 impegnata contro la selezione giapponese nel Torneo Maurice Revello (ex Torneo di Tolone). Una sfida che ha visto gli azzurrini portarsi avanti per ben due reti a zero grazie ai gol segnati da Seydou Fini e Giovanni Fabbian.

La selezione guidata dal commissario tecnico Carmine Nunziata però, pur avendo la strada in discesa grazie al doppio vantaggio, ha trovato non poche difficoltà a battere la nazionale del Sol Levante, che è rimasta aggrappata alla partita grazie all'attaccante Kento Shiogai, autore di una tripletta. 

Alla fine però, gli azzurrini sono riusciti ad imporsi sull'avversario grazie alla doppietta di Antonio Raimondo, giocatore di proprietà del Bologna ma quest'anno in prestito alla Ternana, che ha siglato i parziali 3 a 1 e 4 a 2, rendendo vana la super prestazione di Shiogai.

Tanti i volti noti della Serie B che hanno preso parte alla gara, come Sebastiano Esposito, Rachid Kouda, Alessandro Bianco o proprio i “ternani” Antonio Raimondo e Christian Dalle Mura. Questi ultimi, compagni di squadra del centrocampista di proprietà del Lecce Giacomo Faticanti.

Faticanti non ha trovato spazio nella contesa, rimanendo in panchina per tutti e 90 i minuti. Lo stesso Nunziata gli ha preferito l'ex compagno di primavera Pisilli ed il giovane del PSG Cher Ndour, subentrati a centrocampo a gara in corso. 

E pensare che solo un anno fa, il giovane calciatore originario di Roma vinse l'Europeo U19 da protagonista, mettendo a referto 11 presenze ed 1 gol, sollevando l'ambito trofeo da capitano.

Quest'anno Faticanti è andato a “farsi le ossa” in Serie B, entrando in campo in sole 11 partite con la Ternana poi retrocessa. Il giovane ha sicuramente grande potenziale e magari avrà opportunità per esprimerlo più avanti nel torneo, essendoci almeno altre tre partite da giocare contro Ucraina, Panama e Indonesia.

Chissà dunque, che non possa scendere in campo già dalla prossima partita e sorprendere il mister.

Il Lecce dei leccesi nella Serie A degli stranieri: un modello unico e vincente
Rocchi: "Il VAR a chiamata ha un problema. Gli errori in questa stagione..."