Palazzo BN: il gruppo De Picciotto, l’US Lecce e la città. De Blasio a PL: “Futuro e fiducia nel Salento”

Con la sua architettura degli anni ‘30, Palazzo BN è un maestoso edificio di eleganza unica. All’interno, tredici lussuosi appartamenti indipendenti, una boutique gym, un food court con bar e ristoranti di diversi tipi e uno stupendo terrazzo/giardino sul tetto. Un’opera unica che ha ripreso vita grazie a Renè De Picciotto, maggior azionista dell’US Lecce, che in questi ultimi anni ha dimostrato tutto il suo amore per la squadra giallorossa ma anche per la città.

Pianetalecce.it ha incontrato Giovanni De Blasio, amministratore di Palazzo BN, per farsi raccontare come è nata l’idea di De Picciotto di investire su una struttura ormai chiusa da anni nel cuore della città barocca.

De Blasio spiega: “Renè De Picciotto aveva voglia di creare a Lecce un qualcosa di unico e raro ed era in cerca di un bene immobile da poter valorizzare. Molto utili nella ricerca e nella scelta è stato Saverio Sticchi Damiani che ha proposto l’edificio dell’ex Banco di Napoli. Dopo averlo visitato, De Picciotto grazie a un cambio di destinazione richiesto e autorizzato dal Comune di Lecce è riuscito a trasformarlo in un palazzo con appartamenti di lusso, un Food Court accogliente con prodotti che spaziano dall’alta cucina a un bistrot di qualità, una Terrazza con giardino botanico anche per gli eventi più esclusivi e una palestra con le attrezzature più all’avanguardia del settore Sport & Wellness, l’unica nell’intero centro storico di Lecce”.

Una struttura che non sarà dedicata solo ai privati
Assolutamente, no. E’ un progetto privato che incrocia l’interesse pubblico. Abbiamo restituito alla città un edificio monumentale finora inaccessibile, garantendo la rigenerazione delle aree pubbliche che lo circondano, andando a coprire una porzione del mercato turistico non ancora presidiato, come la residenza in appartamento, garantendo l’accesso pubblico al roof garden che si trova sul tetto dell’edificio, dal quale i cittadini potranno beneficiare di una inedita vista sul centro storico”.


Tutto questo mantenendo pezzi storici dell’ex Banco di Napoli.
Vero. Una rinascita vera e propria preservando oggetti storici del palazzo e tutte le sue rifiniture. Una volta varcata la soglia d’ingresso, per esempio, il visitatore potrà accedere all’area ristoro, con un lounge bar, ricavato dall’antica lastra di marmo che fu reception del Banco di Napoli. Al piano interrato la sala fitness sorge nelle sale degli storici caveau le cui porte saranno utilizzate come accessi agli spogliatoi. Non abbiamo lasciato nulla al caso“.

Palazzo BN porta lavoro, ma anche voglia di investire nel territorio.
Palazzo BN ci dice che Lecce è una città nella quale si può far bene, si possono compiere progetti molteplici, si possono attrarre investitori esteri e non solo. Palazzo BN ha portato lavoro a più di 40 famiglie e questo non può che essere fondamentale per la crescita ed il benessere del territorio. Il gruppo De Picciotto guarda al futuro con fiducia, un passo alla volta”.

Con un occhio al Lecce…
Sempre, sperando di conquistare una salvezza importante per il bene della squadra e di tutto il territorio salentino”.