Musso, portiere dell’Udinese, ha espresso dichiarazioni importanti per il suo tecnico Gotti e per i compagni.

Questo il suo pensiero raccolto da Udinese TV: “La vittoria contro il Cagliari è stata importantissima, abbiamo reagito da collettivo dimostrando che tipo di squadra possiamo essere. La Serie A è complicata e di obbliga a migliorare ogni settimana altrimenti non tieni il passo. Appena molli un attimo rischio grosso, ma noi non lo abbiamo mai fatto”.

Musso spiega il suo obiettivo per il nuovo anno: “Crescere ogni giorno, migliorando e dando sempre di più. Guardare lo sforzo dei miei compagni poi mi caricano ancora di più. Il lavoro duro c’è sempre anche mentalmente. Tanti aspetti devono migliorare ancora proprio a livello psicologico, cercando di non perdere mai le motivazioni che servono per crescere”.

L’argentino è diventato uno dei calciatori più importanti dell’Udinese: “Siamo una squadra che ha bisogno di tutti. Siamo tanti ragazzi della stessa età, che stanno crescendo e imparando molto. Siamo tutti in un momento professionale simile. Quello che facciamo qui sarà importante per la squadra e per ognuno di noi”.

Musso dice la sua anche sui tifosi bianconeri“Per me è una carica importante avere il loro supporto e mi fa piacere che le persone riconoscano il lavoro e l’impegno che sto mettendo nell’Udinese. È la riprova di quello che sto facendo”.

L’estremo difensore prosegue“Siamo una squadra forte, lo vedo ogni giorno in allenamento. Per questo non voglio pormi obiettivi. Personalmente punto solo a dare il massimo, dal 1° gennaio fino alla fine della stagione”.

L’arrivo in panchina di Gotti è stato positivo secondo Musso: “Quando va via un allenatore non significa che abbia fatto male solo lui. Gli errori sono di tutti. L’aver scelto Gotti è stato importante perché già ci conosceva e sapeva cosa andava bene e su cosa invece dovevamo lavorare di più”.