Dopo un primo tempo senza emozioni, la gara si accende nella ripresa. Iacoponi di testa e poi Cornelius appena entrato risollevano il Parma reduce dalla batosta contro l’Atalanta. La squadra di D’Aversa chiude il girone d’andata al settimo posto, a un punto dalla “zona Europa”; per il Lecce quarta sconfitta di fila. La festa al Tardini è tutta del Parma. D’Aversa e i suoi ragazzi stanno facendo sognare ad occhi aperti una intera città. Che dopo tante sofferenze sportive vede finalmente la luce. Gli emiliani sono solo a una lunghezza dal Cagliari sesto e hanno praticamente ipotecato il primo obiettivo stagionale, ovvero quello della salvezza. A trionfare al triplice fischio è stata la squadra che ci ha creduto di più, che ha messo in campo più cattiveria e fatto leva sulla grande forza nei calci piazzati. Il Lecce non può fermarsi all’arrivo di Deiola: Liverani ha bisogno di rinforzi di qualità (Saponara?) se non vuole passare un girone di ritorno da vittima sacrificale alla retrocessione.

Il Presidente del Lecce, Saverio Sticchi Damiani, ha parlato dopo la gara Parma-Lecce, persa ieri dai salentini per 2-0.

Questo il pensiero del dirigente dei giallorossi al Nuovo Quotidiano di Puglia: “Momenti come questi in serie A accadono anche a squadre più importanti e più forti di noi. Bisogna saperli vivere con grande equilibrio. Il Lecce se il campionato fosse finito oggi sarebbe salvo. Iniziamo domenica il girone di ritorno con il vantaggio di un punto che può essere molto importante sulla via della salvezza. Non è difficile ricordare che le squadre che hanno compiuto in passato il doppio salto dalla serie C alla serie A, hanno vissuto l’approccio in forma traumatica. Molti infortuni? Noi oggi siamo salvi, nonostante in questi ultimi tempi abbiamo dovuto fare i conti con una maledizione di infortuni, con giocatori che vanno in campo magari solo grazie alle infiltrazioni, come il caso di Falco, Lapadula, qualche altro. A Parma ho visto una squadra viva. Nuovi rinforzi? Il girone di andata ci ha detto che ce la possiamo fare, compiremo ulteriori sforzi in questi giorni sul mercato. Intanto prendiamo atto con piacere che i due nuovi Donatỉ e Deiola hanno già fatto bene, anche in una partita difficile”.