Francesco Rollo, ex calciatore del Lecce, ha parlato a La Gazzetta del Mezzogiorno, della gara di domenica Lecce-Inter.

Questo il suo pensiero: “Sfida difficilissima, Mancosu e compagni dovranno fare i conti con una corazzata dalla straordinaria fisicità e dall’enorme qualità tecnica, che si esprime con una eccezionale intensità. Stante il momento delicato che il team salentino sta vivendo, essendo reduce da quattro sconfitte di fila, paradossalmente potrebbe essere un vantaggio dover affrontare l’Inter. Si tratta della classica gara nella quale il complesso diretto da Liverani ha pochissimo da perdere, in quanto ogni risultato differente da una batosta avrebbe del clamoroso, stante la caratura dei rivali. Inoltre, quando ci si confronta con una delle big del calcio italiano, le motivazioni sono sempre alle stelle. Nel calcio, inoltre, a volte accade che la squadra sfavorita riesca a mettere fieno in cascina a dispetto dei pronostici”.

Rollo prosegue: I giallorossi hanno lasciato qualche punto per strada che magari, accontentandosi del pareggio, avrebbero raggranellato. Nonostante ciò, sono comunque in corsa per la salvezza e, ne sono certo, giocheranno tutte le carte a propria disposizione, pur di conquistarla. Da qui alla fine, dovranno dare sempre strenua battaglia, senza badare a chi avranno di fronte”.

L’ex giallorosso tiene a precisare: “Il 19 gennaio è il giorno della morte di Attilio Adamo, grande talent scout del Lecce, che mi ha fatto crescere sia sul piano calcistico che sotto il profilo umano, un vero maestro”.