Manca sempre meno alla chiusura della sessione invernale di calciomercato e sono ore calde per le società che provano a chiudere colpi nelle ultime ore per rinforzare il proprio organico.

Non è una novità che gli ultimi giorni prima del gong siano caratterizzati da occasioni last-minute, da veri e propri saldi di fine mercato anche su giocatori di livello che si ritrovano ad essere esuberi nei rispettivi club proprio club.

La chiusura del calciomercato è prevista per Venerdì 31 Gennaio alle 20:00, orario limite per depositare i contratti firmati in Lega. Non sarà così però per 6 società di Serie A che, come deciso dalla FIGC nelle scorse ore, avranno 1 ora in più per mettere a termine i contratti.

Il consiglio federale ha infatti deciso di prorogare la fine del mercato per Roma, Sassuolo, Cagliari, Parma, Bologna e Brescia.

La decisione è legata al calendario di Serie A: il regolamento relativo alle liste di 25 giocatori prevede che le variazioni di rosa vadano comunicate entro le 12 ore del giorno precedente alla prima gara successiva alla conclusione del calciomercato. Proprio per questo motivo le 6 squadre impegnate in campionato nella giornata di Sabato 1 Febbraio, avrebbero dovuto comunicare le rose alle 12 del 31, con mercato ancora in corso. Si è deciso quindi di consentire eventuali modifiche fino alle 21:00 del medesimo giorno, per una questione formale insomma.

Infatti la chiusura effettiva delle trattative sarà alle 20:00 per tutte le società, e quell’ora in più concessa ai club impegnati in campionato il sabato ha esclusiva funzione burocratica: in parole povere è destinata ai depositi dei contratti.