header logo

La Federazione croata ha diramato, attraverso un comunicato ufficiale, la lista dei convocati per i prossimi impegni della Nazionale di calcio. Nel pacchetto arretrato è comparso finalmente il nome di Marin Pongracic, difensore centrale del Lecce che ritrova la maglia del suo Paese dopo 18 mesi dall'ultima volta. 

Marin Pongracic, le sue partite con la Croazia 

Il leader difensivo giallorosso è stato convocato 5 volte dalla Nazionale maggiore e 3 dalla selezione Under 21. La prima convocazione risale all’11 novembre 2020 nella sfida contro la Turchia terminata 3 a 3. L’ultima, invece, è datata 29 marzo 2022, nella partita vinta dalla sua Croazia contro la Bulgaria. 

Pongracic è sempre stato nel giro della Nazionale ma, a causa dei fastidi fisici patiti nel corso delle ultime stagioni, il c.t croato ha preferito a lui sempre altri profili. Adesso, però, pare aver trovato nel Lecce la continuità di rendimento che è mancata fino ad ora ed un ruolo di prim’ordine all’interno della retroguardia salentina, che guida con autorità e personalità.

Pongracic

Marin Pongracic, la sua stagione 

In questa stagione, fino a questo momento, è sceso sempre in campo, collezionando ottime prestazioni e 3 cartellini gialli. I suoi interventi, i suoi anticipi e la sua capacità di imbeccare i compagni liberi con passaggi filtranti e precisi rappresentano tutte caratteristiche imprescindibili per la squadra di D’Aversa che non può fare a meno del suo forte centrale. Pongracic in questa stagione ha già disputato più partite rispetto all’anno scorso, quando un grave infortunio alla caviglia, nell’amichevole natalizia contro l’Udinese, ne ha fortemente condizionato la seconda parte di stagione, lasciandolo ai box per tutto il girone di ritorno.

Marin Pongracic, Lecce è la piazza giusta 

Marin ha finalmente ritrovato la Nazionale ed è consapevole di quanto Lecce sia una piazza fondamentale per la sua maturità calcistica. In estate, nonostante il momentaneo ritorno in Germania, ha voluto fortemente il Salento per ricominciare da dove aveva interrotto ed aiutare il club a raggiungere quanto prima l’obiettivo salvezza.

Dopo gli impegni in giallorosso con Parma, Roma e Milan, ad attendere Marin ci saranno le sfide contro Lettonia ed Armenia, valevoli per il Gruppo D delle Qualificazioni ai prossimi Europei. La Croazia ha bisogno di Marin per ottenere il passaggio del turno e Marin della maglia del suo Paese per aumentare la sua esperienza internazionale ed il numero di partite con i biancorossi. 

Inter, Piero Ausilio segue Ramadani: osservato in due gare
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"