header logo

La salvezza del Lecce in questa stagione è arrivata con una svolta clamorosa a metà del girone di ritorno. 

Prima della sfida contro la Salernitana la triade Sticchi-Corvino-Trinchera aveva deciso di puntare per il dopo D’Aversa ad un solo allenatore che di nome faceva Luca e di cognome Gotti. 

Con il suo arrivo il Lecce cambia sistema di gioco ed inizia a vincere, macinare punti e salvarsi. Gotti in città diventa il re!

Gotti e la semplicità

Ma Gotti non ha inventato il calcio, Gotti lo ha capito e lo capisce. La forza del Lecce, che poi è la forza delle squadre costruite basandosi sul gruppo, è la fiducia di essere più forti, incrollabile fornitrice di energia e calma. È il Lecce, baby. E non deve far paura il numero 3, come le giornate d’anticipo che hanno permesso ai giallorossi di salvarsi. 

Bentivogli su Rodriguez: "Avevamo la sensazione di aver preso un giocatore in grado di fare la differenza in B"
Venezia in A, Sticchi Damiani: "Salgono 3 città del Nord..."