header logo

San Pietro Vernotico (BR) - Ieri mattina, la Polizia di Stato appartenente alla Squadra Mobile della Questura di Lecce e alla Sezione Investigativa del Servizio Centrale Operativo, col supporto degli agenti del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Meridionale”, hanno arrestato un insospettabile trentanovenne di Massafra (Ta), incensurato, e residente a San Pietro Vernotico per la detenzione di arma clandestina e la detenzione illegale delle relative munizioni, anche da guerra. 

Cosa è successo

L'uomo è stato colto in flagranza a seguito di una perquisizione domiciliare, estesa poi alle pertinenze e alla casa in campagna. Qui sono state trovate, accuratamente nascoste, proiettili di vario calibro (8 munizioni cal. 9x21, 28 munizioni  cal. 7,65, caricatore bifilare per mitraglietta rifornito con 20 munizioni cal. 5.56 NATO) e un revolver calibro 38 special con relativo munizionamento.

Quali sono state le conseguenze

L'uomo è stato momentaneamente tratto in arresto e messo a disposizione dell'Autorità Giudiziaria presso la casa circondariale di Brindisi ed in attesa di approfondimenti e giudizio.

Ora saranno gli uffici investigativi, con il coordinamento della Procura di Brindisi, ad effettuare ulteriori approfondimenti di natura balistica, al fine di verificare se l’arma è stata impiegata in precedenti eventi delittuosi, nonché accertare profili di connessione dell’incensurato con la locale criminalità.

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Tre dita per tre punti: Sant’Oronzo torna sulla colonna quando gioca il Lecce