header logo

Brindisi e Taranto alle prese con l’emergenza stadio. Il doppio incendio che ha colpito lo Iacovone di Taranto rischia di rendere inagibile l’impianto fino alla successiva rimessa a norma delle zone danneggiate, complicando i programmi per le due società.

Stadio Iacovone in fiamme: cos'è successo

Al termine della partita tra Taranto e Foggia, il settore ospiti dell'impianto sportivo "Iacovone" è stato avvolto dalle fiamme. Tutte le persone presenti sono state evacuate e gli allenatori non hanno potuto tenere le conferenze stampa. I Vigili del Fuoco hanno dichiarato immediatamente l'impianto inagibile e la curva resterà sotto sequestro fino a nuova disposizione del magistrato. La situazione sembrava ormai stabilizzata, quando ieri lo stadio è stato nuovamente avvolto dalle fiamme.

Brindisi e Taranto al Via del Mare?

Come riporta il Nuovo Quotidiano di Puglia, torna a generare allarme la questione stadio a pochi giorni da Brindisi-Catania, in programma domenica sera. Lo Iacovone va sempre più verso l’impraticabilità o, almeno, verso l’impossibilità di ospitare le tifoserie: per questo motivo, la gara in questione potrebbe subire un rinvio a ottobre; stessa sorte che sarebbe eventualmente destinata anche agli altri due match casalinghi che i biancazzurri dovranno disputare contro Monterosi e Benevento.

Al vaglio di società, Lega e Osservatorio, in ogni caso, ci sarebbero altre soluzioni, anche se meno percorribili: dallo spostamento in un altro stadio pugliese fino alla disputa degli incontri a porte chiuse per questioni di ordine pubblico. Non sono da sottovalutare le rivalità tra le tifoserie: difficile così la pista Lecce (Via del Mare), come anche quella Monopoli (Veneziani). 

Al limite quella che porta al San Nicola di Bari a meno di una decisione di disputare la sfida senza pubblico, idea che tutti vorrebbero evitare. La soluzione più vicina potrebbe essere la Nuovarredo Arena di Francavilla Fontana.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"