header logo

Tre persone sono state denunciate per contraffazione dalla polizia locale di Lecce, che ha contestato loro l’utilizzo di pass falsi per l’accesso al parcheggio riservato sul piazzale Adamo in occasione dell’ultima gara di campionato del Lecce, contro il Torino. 

A riportarlo è Lecce Prima, che sottolinea come i permessi falsi fossero posizionati, come sono tenuti a fare tutti coloro che hanno diritto all’ingresso nell’area, sul cruscotto delle rispettive auto lasciate in sosta sugli stalli numerati.

Cos'è accaduto

Via del Mare

Le auto erano state lasciate in sosta sugli stalli numerati. Gli agenti di polizia locale si sono accorti della contraffazione e hanno poi sequestrato i tagliandi. Qualora la responsabilità dovesse essere accertata, scatterebbero multe fino a mille euro e conseguenze sul piano penale.

Si tratta della zona adiacente alla Tribuna Centrale, dove possono accedere i veicoli autorizzati dal club giallorosso, i possessori del pass Cude (ovvero gli invalidi) i mezzi delle forze dell’ordine e della protezione civile e quelli necessari all’organizzazione dell’evento sportivo.

Le dichiarazioni del comandante della Polizia Locale

Ha spiegato il comandante della Polizia Locale e dirigente del settore Mobilità sostenibile, Donato Zacheo:

“La contraffazione dei pass per lo stadio rilasciati dall’Us Lecce può essere facilmente e immediatamente riscontrata dagli agenti in servizio nel corso delle partite del Lecce dunque invito a desistere chiunque pensi di poter mettere in atto simili comportamenti, anche a fronte delle gravi conseguenze sul profilo penale che la contraffazione dei pass comporta. 

Pur trattandosi di un fenomeno che appare ben circoscritto e limitato per il momento a soli tre casi, nelle prossime partite intensificheremo ulteriormente i controlli sulle auto in sosta in Piazzale Adamo”.

Lecce-Milan, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"