header logo

In Italia l'invasione di campo non è usuale, è più una scena da Premiere League causa spalti a ridosso del terreno di gioco. Guardando le partite del campionato inglese è facile che qualche tifoso decida di entrare nella storia di quella partita immolandosi ed entrando in campo pur sapendo quali pesanti conseguenze sarà costretto a subire. 

Questa curiosità che però vogliamo raccontarvi riguarda la Serie A, non a caso in un campo che vede gli spalti incollati al campo. 

Cosa è successo al termine di Udinese-Lecce

Fischio finale di Tremolada, squadre che si ritrovano al centro del campo per salutarsi e poi si rivolgono ai rispettivi tifosi per ringraziarli del sostegno durante il match. 

Chi ha visto la partita su DAZN avrà certamente notato che ad un certo punto Federico Baschirotto viene inquadrato a mezzo busto mentre cammina verso la telecamera, che poi sarebbe rivolto verso lo spicchio di tifosi del Lecce assiepati nel settore ospiti. Ad un certo punto, il difensore del Lecce viene distratto dalla corsa di una persona che gli passa davanti e lui non capisce cosa stia succedendo. 

Da casa si intuisce qualcosa. Si capisce che quell'ombra nera passata in pochi istanti davanti alle telecamere sia un tifoso che ha fatto invasione. Non si vede altro, le telecamere non inquadrano la scena per non dare risalto a queste manifestazioni e nel tentativo di scoraggiare ulteriori tentativi effettuati per avere visibilità. 

Dunque cosa succede ve lo diciamo noi e l'occhio attento del nostro fotografo a bordo campo. 

Il tifoso che si vede correre è un tifoso del Lecce che passa accanto a Baschirotto e gli sfila la maglia dalle man. Dietro di lui corrono anche gli uomini della sicurezza che cercano di placcarlo. Una volta nei pressi di Ramadani però questo gli fa scudo, vuole proteggerlo ed evitare che gli venga fatto del male nel tentativo di riportarlo fuori dal campo. 

Il resto lo fanno le immagini che vi abbiamo mostrato e, siamo certi, quel desiderio di una maglia sarà stato soddisfatto.

D'Aversa: "Rammarico per il primo tempo. Dopo il gol volevamo vincere"
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"