header logo

Calcio di rigore. Nelle ultime due stagioni, tra Serie B e Serie A, la sfida tra Monza e Lecce è stata decisa sempre da un calcio di rigore. 

Due stagioni fa, il match tra brianzoli e giallorossi rappresentava uno scontro diretto al cardiopalma per la promozione nella massima serie. La partita è stata equilibrata, il Lecce era anche passato in vantaggio grazie al gol di Listkowski ma il signor Doveri di Roma aveva annullato tutto per fuorigioco. 

Nel secondo tempo, però, un inserimento con i tempi giusti da parte di Helgason è risultato decisivo per sbloccare il match. Paletta, infatti, ha atterrato l’islandese in area di rigore e l’arbitro non ha potuto fare altro che decretare il penalty. Sul dischetto si è presentato Massimo Coda, che glaciale ha battuto il portiere, portato in vantaggio il Lecce e permesso ai salentini di vincere quel match.

La partita dello scorso anno, invece, sembra pure superfluo raccontarla. Il rigore conquistato da Maleh e trasformato da Colombo rappresenta un pezzo di storia di questo club, un’emozione che ci porteremo dentro per sempre, un momento indimenticabile che ancora non abbiamo smaltito del tutto.

La sfida di domenica sarà impegnativa ed equilibrata come tutte quelle disputate contro i biancorossi. Monza rievoca dolci ricordi anche perché lì il Lecce ha conquistato la sua prima Serie A ormai tanto tempo fa e, come già detto, lo scorso anno l’ha conservata con una partita fantastica.

La squadra di Palladino, dal canto suo, proverà in tutti i modi a bissare il successo casalingo ottenuto contro l’Empoli due giornate fa. L’avvio dei brianzoli è stato altalenante ma c’è da dire anche che hanno affrontato fuori casa due clienti scomodi come Atalanta ed Inter.

Il Lecce avrà al suo fianco una carovana giallorossa e vorrà  continuare in tutti i modi la sua striscia positiva, che lo vede ancora imbattuto in questa stagione tra campionato e Coppa Italia. 

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"