header logo

Minuto '19 del primo tempo. Dopo lo spavento iniziale causato dall’eventuale rigore per il Milan, negato poi prontamente da Chiffi e dal Var, il Lecce prende coraggio, guadagna campo e crea l’occasione che avrebbe potuto cambiare le sorti della partita. 

Capitan Hjulmand lavora un ottimo pallone a centrocampo. Il danese combatte con un suo avversario e riesce ad allargare il gioco per Gendrey. Il terzino francese controlla il pallone, guarda al centro e mette in mezzo una palla finalmente tagliata, pericolosa, difficile da leggere. Su quel pallone, dopo diversi tentativi mal riusciti dei difensori rossoneri, si avventa Lameck Banda. Il giovane esterno giallorosso si inserisce alle spalle della difesa avversaria e colpisce di testa a botta sicura, ma la sfera incredibilmente termina sul palo. Non sappiamo come sarebbe andata la partita se quell’occasione fosse diventata gol, ma di certo la gara sarebbe cambiata ed il Lecce avrebbe trovato maggiori spazi in avanti, con il Milan costretto a coprirsi per rimontare lo svantaggio.

Banda, nonostante un errore pesante e per certi versi clamoroso, ha disputato una buona partita, soprattutto da quel momento in poi. L’esterno dello Zambia ha rappresentato una autentica spina nel fianco per la retroguardia rossonera, con Kalulu che ha fatto gli straordinari per fermarlo. In alcune occasioni ha sbagliato l’ultimo passaggio, vanificando quanto di buono fatto nei primi 30 metri.

La sua velocità è devastante ma per risultare fondamentale è necessario che migliori anche in area di rigore, quando la scelta giusta può tramutarsi in gol. Anche in fase difensiva, in ogni caso, ha dato una grossa mano, non lesinando impegno e abnegazione, sebbene le sue caratteristiche siano quelle di un esterno d’attacco puro, poco propenso a seguire il terzino nelle sue scorribande offensive.

Siamo certi che Lameck abbia convinto Baroni, il quale ultimamente lo aveva relegato in panchina, concedendogli solo qualche spezzone di gara nel finale. In queste 7 partite che mancano alla fine serviranno tutti i componenti della rosa e la velocità del classe 2001 può essere un’arma letale negli scontri diretti da disputare al Via Del Mare.  

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"