header logo

È tornato a gol ad un anno di distanza da Lecce-Monza e vive un momento di grande forma: il Lecce punta su Joan Gonzalez per tornare da Empoli con un risultato positivo. Ecco le sue parole in conferenza stampa.

Dal Bologna all'Empoli

Il centrocampista spagnolo analizza il momento che sta attraversando il Lecce in campionato.

Contro il Bologna primo tempo siamo stati dominanti, nel secondo tempo loro sono venuti fuori. Un tempo per parte e pareggio giusto secondo me. Ora andiamo ad Empoli per vincerla. Sappiamo che è un avversario del nostro stesso livello e ce la giochiamo. Affrontiamo una partita per volta: ora Empoli, poi Frosinone, Inter e Atalanta; ma senza prestazione è molto difficile vincere. I tifosi ci seguono e sentiamo il loro supporto, non solo in casa.

Il ritorno ad alti livelli

Un girone di ritorno così e così lo scorso anno, poi un avvio in sordina anche sotto la guida di D'Aversa, da circa un mese però le quotazioni dell'ex Barcellona sono salite, grazie alle prestazioni da sufficienza piena condite da un gol, e oggi è un calciatore su cui poter fare affidamento. 

Sto bene come tutta la squadra. È un campionato difficile e proviamo sempre a fare meglio. C'è concorrenza a centrocampo e tutti abbiamo valori diversi, quindi è difficile farsi spazio. Anche quando ho giocato poco mi sentivo in fiducia. Era una situazione transitoria che molti giocatori passano, la fiducia dell'ambiente e dell'allenatore c'è sempre stata. I tiri da fuori sono un'opzione che possiamo sfruttare, anche Oudin e Rafia hanno questa caratteristica.

I leader nello spogliatoio

Abbiamo un gruppo con tanti leader. Baschirotto e Pongracic in campo si fanno sentire, vogliono comandare e da quella posizione del campo vedono più degli altri. Blin mi ha aiutato tanto.

Qualche punto perso per strada

Qualche punto in più probabilmente potevamo portarlo a casa, ma complessivamente stiamo facendo un bel percorso.

Dal Monza al Verona: ritorno al gol ad un anno di distanza

Joan Gonzalez

Ho provato soddisfazione e gioia. Forse c'è un po' di rabbia perché potevamo vincere ed un gol vittoria è sempre più bello. Ho fatto un balletto dedicato a mio fratello che me lo chiedeva da tempo.

locandina open day
locandina open day
Verso Bologna- Lecce: Corvino incrocia il suo passato
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita

💬 Commenti