SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
LA CRONACA

Dopo 3 pareggi di fila il Lecce ne segna 3 al Cosenza e vola al terzo posto

Scritto da Andrea Sperti  | 

Lecce e Cosenza si affrontano allo Stadio Via Del Mare per l’undicesima giornata di campionato. Baroni schiera i suoi con il consueto 4-3-3. In porta c’è Bleve; in difesa Calabresi, Meccariello, Lucioni e Gallo; a centrocampo Bjorkengren, Blin e Majer; in avanti Strefezza, Coda e Di Mariano. 

Il Lecce parte bene ed al minuto 5 si costruisce una bella occasione con Coda. L’attaccante campano, però, colpisce alto. 

Il direttore di gara ammonisce Meccariello e Blin con due cartellini gialli molto discutibili. 

Gli avanti del Lecce costruiscono bene la manovra ed i salentini passano alla mezzora con un grande gol di Strefezza. 

Coda ha ancora un’occasione ma questa volta Vigorito è reattivo e respinge la botta dell’attaccante giallorosso. 

Nel finale di primo tempo Massimo Coda raddoppia il punteggio con un preciso colpo di testa, propiziato da un ottimo cross di Calabresi. 

La ripresa ricomincia con il botto e Bjorkengren trova la rete del 3 a 0, grazie anche ad un rimpallo fortunato. 

I giallorossi non hanno intenzione di fermarsi e confezionano un’altra super palla gol: questa volta è il palo a fermare Di Mariano. 

Ancora Lecce ed ancora palo, questa volta è Calabresi a colpire il montante della porta difesa da Vigorito. Al minuto 18 della ripresa Rodriguez entra al posto di Strefezza. 

Il Cosenza prova a tornare in partita con la rete di Caso, abile a sfruttare un rimpallo fortunoso ed a battere l’incolpevole Bleve. 

Prima Majer e poi Rodriguez provano a rimpinguare il bottino di reti giallorosse, ma entrambi non riescono a trovare la porta. 

Nel Lecce esce Di Mariano per fare spazio a Listkowski. Nel finale di gara trovano spazio anche Hjulmand e Barreca per Blin e Majer.

Dopo 4 minuti di recupero, il direttore di gara decreta la fine del match, una partita vinta agevolmente dagli uomini di Baroni.