header logo

25 aprile, giornata primaverile e passeggiata al mare per tutti i tifosi del Lecce. Alle 20, però, tutti collegati con Udine perché l’Udinese deve ancora finire la partita iniziata 11 giorni fa contro la Roma e la salvezza dei giallorossi, al di là di ogni discorso, passa anche dai risultati degli avversari.

La partita

Si è giocato per 20 minuti, con 4 di recupero per alcune perdite di tempo dovute ad infortuni dei protagonisti in campo. La partita è stata vera ed entrambe le squadre hanno avuto occasioni per segnare il gol del vantaggio. Nell’ultimo minuto disponibile, però, è stata la Roma a mettere il muso avanti grazie al colpo di testa di Cristante, servito splendidamente da Dybala sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

A dire il vero, i capitolini si erano resi pericolosi anche qualche minuto prima con Azmoun, ma l’estremo difensore friulano in quell’occasione è stato abile a salvare la sua porta.

Pongracic e Samardzic

La situazione

La vittoria della Roma regala un sorriso al Lecce, che mantiene così 7 punti di vantaggio sull’Udinese del nuovo allenatore Fabio Cannavaro. La squadra friulana è in piena lotta per non retrocedere ed è in crisi di risultati. Nel prossimo turno i bianconeri affronteranno il Bologna al Dall’Ara, per poi ospitare il Napoli in casa. Insomma, un calendario per nulla facile che impegnerà parecchio Pereyra e compagni. 

Domani partirà già il prossimo turno, la giornata numero 34, ed anche il Frosinone, fermo a quota 28 punti, potrebbe scavalcare l’Udinese, dato che affronterà l’ultima in classifica Salernitana. Sarà, quindi, un fine settimana molto importante per le sorti della zona salvezza, con il Lecce che in ogni caso dovrà rimanere concentrato sulla propria partita contro il Monza. Un match da non sbagliare per nessun motivo. 

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Gotti: “Dobbiamo ancora raggiungere l’obiettivo. Ho in mente altri miglioramenti”