header logo

Poche ore fa, il Nuovo Quotidiano di Puglia aveva comunicato novità importanti in merito al futuro dello stadio Via del Mare, annunciando il sì del commissario Ferrarese alla copertura.

Un’opera da 25 milioni, aggiuntivi rispetto agli 11.3 già stanziati per un restyling complessivo dell’impianto. Il commissario dei Giochi del Mediterraneo, intervistato dal Corriere dello Sport, ha aggiornato il mondo Lecce e non solo in merito all’impianto che può ospitare oltre 28mila spettatori.

La copertura al Via del Mare

I due stadi principali per i Giochi del Mediterraneo sono Lecce e Taranto, anche se poi si è deciso, con il Comitato Internazionale, di indicarne anche altri due in traiettoria, Francavilla Fontana e Brindisi. 

saverio sticchi damiani in sala stampa

Lecce, dopo un iniziale lavoro inserito già nel primo decreto, per il tramite del presidente Sticchi Damiani, a nome dell’intero territorio, ha generato un DIP (Documento di indirizzo alla progettazione), chiedendo la realizzazione della copertura del Via del Mare con un quadro economico di 25 milioni di euro. Da parte mia e del Governo c’è la volontà di realizzare questo sogno, come l’ha definito lo stesso Sticchi Damiani, anche perché i fondi ci sono.

Le prospettive future

Ho presentato il masterplan a dicembre e realizzato le progettazioni in pochi mesi. Inoltre, abbiamo pure appaltato le verifiche perché quelle progettazioni, che intanto sono in conferenza di servizi, vanno verificate da altre società che si occupano esattamente di questo. 

L’auspicio è che, dopo aver accelerato tanto, ora partano i lavori per tutti i cantieri, a seconda delle entità, nel periodo tra settembre e novembre. Questo sarebbe un vero miracolo.

Almqvist, il PAOK prova lo scippo al Lecce: le ultime
Conte, senti Pasculli: l'aneddoto sul neo-allenatore del Napoli