header logo

Gianpaolo Calvarese, ex arbitro di Serie A ed ora commentatore degli episodi arbitrali per Prime Video, ha espresso il suo parere, attraverso un video sul proprio canale Youtube, riguardo i due episodi arbitrali che hanno condizionato Milan-Lecce. 

L'espulsione di Krstovic 

Le proteste del presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani nella partita contro il Milan sembrano giustificate. Possiamo discutere del rosso diretto estratto a Nikola Krstovic per un intervento su Chukwueze, in questo caso il piede è alto, all’altezza del busto quindi il punto di impatto è davvero brutto anche se a mio giudizio mancano la velocità e la pericolosità del grave fallo di gioco. Questo non sarà mai un intervento in cui il VAR potrà intervenire. 

L'arbitro Massimi

L'errore di Massimi 

È invece davvero grave il mancato intervento di tutta la squadra arbitrale prima del terzo gol. L’arbitro fa bene a lasciar proseguire il gioco per un contatto regolare all’interno dell’area di rigore tra Theo Hernandez ed Almqvist, l’errore riguarda il non aver interrotto subito il gioco per un contatto tra il ginocchio del calciatore francese del Milan e la tempia dell’esterno d’attacco del Lecce.

Questo è uno dei casi in cui il direttore di gara deve interrompere il gioco dato che era coinvolta la testa, onde evitare conseguenze peggiori. L’incolumità dei giocatori va sempre tutelati. L’errore è grave perché in questi casi il Var non può intervenire perché è uno scontro fortuito e non un fallo di gioco. 

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Lecce, Venuti: "Arbitri? La società non vuole che ne parliamo"