header logo

19 luglio 2020. Genoa-Lecce. Scontro diretto per non retrocedere e sfida equilibrata. Al minuto ’80 Pinamonti, attaccante dei padroni di casa, serve Jagiello. Il centrocampista rossoblù controlla e calcia. La palla termina sul palo, torna in campo, tocca il portiere giallorosso Gabriel e ritorna mestamente in rete. Gol. Vantaggio e vittoria decisiva ai fini della salvezza finale del Grifone ai danni del club salentino. 

3 marzo 2024. Nikola Krstovic si presenta sul dischetto per provare a trasformare in rete un rigore che Rafia ha già sbagliato in precedenza, ma che il direttore di gara sta correttamente facendo ripetere. Il montenegrino calcia angolato, forse troppo, e la palla colpisce prima il palo, poi la schiena di Cerofolini ed, alla fine, entra in porta per la gioia del centravanti giallorosso e dei circa 2000 sostenitori salentini allo Stirpe.

Rafia dopo l'errore dal dischetto

Una botta di fortuna

Quando abbiamo visto il pallone entrare in porta, abbiamo subito ripensato all’episodio che vi abbiamo raccontato, a quel famoso Genoa-Lecce tanto sfortunato quanto decisivo per la retrocessione dei giallorossi in Serie B in quella stagione. Questa volta, invece, è andata diversamente e la Dea bendata ha deciso di premiare i salentini, senza condannare la squadra di D’Aversa per gli errori di Rafia e Krstovic.

Niente gioia personale per Krstovic

L’attaccante montenegrino, quindi, resta a secco e non muove la classifica marcatori, rimanendo impantanato a 5 gol in campionato. A dir la verità, Nikola non sembra nemmeno un rigorista provetto, dato che ha sbagliato già due calci di rigore. Prima di oggi, infatti, si era lasciato ipnotizzare anche dal portiere del Genoa nel match contro i rossoblù di un mese e mezzo fa. D’Aversa, quindi, dovrà anche ragionare in questi termini e cercare un rigorista che possa dimostrarsi affidabile dagli 11 metri. Altrimenti, si rischia di vanificare anche questa opportunità di andare in gol.  

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
De Laurentiis imbufalito contro DAZN: "Non hanno il diritto di fare nulla"