header logo

Genoa e Lecce si affrontano per il ventiduesimo turno di campionato. Dopo la sconfitta interna contro la Juventus, i giallorossi di mister D'Aversa sono alla ricerca di un successo, che manca dallo scorso 16 dicembre, per scacciare i fantasmi dell'ultimo, complesso periodo in stagione e guadagnare punti in ottica salvezza contro un avversario decisamente ostico e in un buon momento di forma. Il Lecce oggi in campo con: Falcone in porta; Gallo, Baschirotto, Pongracic e Gendrey in difesa; Oudin, Ramadani e Kaba a centrocampo; Sansone, Krstovic e Almqvist in attacco.

Cronaca primo tempo

Krstovic

La prima notifica del match è sui piedi di Retegui, dopo dieci minuti, ma il suo tiro viene prontamente bloccato in due tempi da Falcone; al 17esimo il Lecce guadagna un penalty, ottenuto da Almqvist, ma viene malamente sbagliato da Krstovic che sceglie la potenza, facendosi respingere il tiro dall'estremo difensore avversario; al 20esimo occasione per il Genoa sugli sviluppi di un calcio d'angolo: a colpire di testa è il difensore Bani non trovando, però, lo specchio della porta; al 31esimo i giallorossi si portano in vantaggio, proprio grazie a Krstovic che riscatta l'errore dal dischietto: conclusione dal limite dell'area di rigore, leggermente deviata da un giocatore avversario, che beffa Martinez per il gol dell'1-0. Il centravanti montenegrino torna a segno dopo ben tredici gare senza riuscire a gonfiare la rete. Al 34esimo ancora Lecce protagonista questa volta con Oudin che calcia magistralmente una punizione da posizione defilata del campo trovando, però, un attento portiere avversario abile a respingere e a togliere il pallone dall'incrocio; tre minuti dopo è Kaba a sfiorare il raddoppio ma, da posizione ravvicinata, al termine di un'azione confusa, calcia a lato.

Cronaca secondo tempo

Al 47esimo Malinovskyi colpisce il palo da posizione siderale e sulla ribattuta di Vasquez Falcone salva con i piedi; al 51esimo il Lecce non trova il raddoppio con Sansone che, servito da Oudin, si fa ipnotizzare dall'estremo difensore avversario; al 60esimo è ancora Sansone a rendersi primo attore su calcio di punizione ma il suo tiro termina a lato; al 64esimo primi cambi per D'Aversa: dentro Piccoli e Banda al posto di Krstovic e Sansone; al 70esimo il Genoa trova il gol del pari: punizione calciata impeccabilmente da Guodmundsson e respinta da Falcone sulla traversa, in ribattuta colpisce Retegui, il più lesto di tutti, per il gol dell'1-1; al 73esimo in campo Rafia per Oudin e qualche secondo dopo Ekuban, per il Grifone, si fa respingere un tiro da posizione ravvicinata da Falcone che salva il risultato; questione di minuti perche sarà lo stesso ghanese a ribaltare il risultato, trovando il gol del sorpasso nell'azione seguente; al 90esimo in campo Pierotti e Gonzalez per Kaba e Gallo. Il Lecce perde la sua terza gara consecutiva e se la vedrà venerdì prossimo, al Via del Mare, contro la Fiorentina.

 

Verso Bologna- Lecce: Corvino incrocia il suo passato
Gilardino: "Bisogna dare merito al Lecce per il primo tempo"

💬 Commenti (2)