header logo

Marko Arnautovic, attaccante dell’Inter, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport dopo la partita vinta a San Siro contro il Lecce per 2 a 0. L’ex Bologna è stato autore di una buona partita, nonostante abbia sbagliato diverse occasioni da gol, e di un assist al bacio, di tacco, per il raddoppio di Barella. Queste le sue parole:

Ho provato tante emozioni. Quando mi ha chiamato l'Inter, mi sono sentito felice come un bambino: inizialmente è stato difficile perché sono stato fuori per tanto tempo, ma tutti quelli che lavorano in questo club mi aiutano tantissimo e io voglio ricambiare dando il massimo per la maglia. Amo questa gente. Cerco sempre di fare gol, tiro e faccio di tutto ma la palla non entra: è un periodo difficile per me, ma ho fatto assist e abbiamo vinto e questo è l'importante. Dobbiamo cercare di vincere tutte le partite: proveremo a vincere lo scudetto.

Kaba contrasta Calhanoglu

Inter gruppo maturo 

Il gruppo è straordinario. Siamo una bellissima squadra, vogliamo vincere lo scudetto e lotteremo per questo.

Lotta Scudetto

Non guardiamo i risultati delle altre: non ci interessa di Juventus, Milan o altre squadre... Noi vogliamo vincere tutte le nostre partite, poi vedremo cosa succederà.

L’attaccante ex Bologna, è uscito dolorante dalla sfida contro i giallorossi a causa di diversi duelli fisici con Baschirotto e Pongracic. I due difensori dei salentini hanno disputato una gara intelligente, sbagliando soltanto in occasione del secondo gol dei nerazzurri, sebbene tutto sia nato da una magia dell'austriaco.

Tra l’altro, l’ex difensore del Borussia Dortmund era diffidato e salterà la sfida di Bergamo per aver subito un’ammonizione nel match odierno. D’Aversa, quindi, contro l’Atalanta dovrà rispolverare Touba, che non gioca una partita ufficiale dalla sfida persa in Coppa Italia contro il Parma. 

Verso Bologna- Lecce: Corvino incrocia il suo passato
Marelli: "Inter-Lecce, abbaglio sul rigore. Il fallo di Gonzalez non c'era"

💬 Commenti