header logo

Gabriel Strefezza, ospite dell'ultima puntata di PL Night, ha raccontato di due suo compagni di squadra che giocano nel reparto difensivo. Si tratta di Patrick Dorgu e Marin Pongracic.

Patrick Dorgu
Patrick Dorgu

Strefezza su Dorgu e la concorrenza con Gallo

Che avesse qualità da vendere per dimostrare a tutti il suo valore lo si era capito fin da subito ma riuscire a esordire nel massimo campionato, dimostrando grande personalità e maturità in mezzo al campo come se fosse un veterano non è mica cosa da tutti.

Nell’ultima partita di campionato, Patrick Dorgu, classe 2004, non ha deluso le aspettative confermando quanto di positivo era stato intravisto nelle prime gare di campionato e nella passata stagione con la Primavera: grinta, corsa, tecnica, abilità nel recuperare i palloni e partecipazione alla manovra offensiva con innumerevoli inserimenti sulla fascia e cross all’interno dell’area di rigore.

“È forte, è un 2004 ma sembra un veterano. Prende la palla con personalità, fa paura. Rischia, dribbla, fa uno due, è un treno. Anche lì c'è una bella concorrenza per Gallo che va forte. Entrambi devono spingere in allenamento per giocare. Bisogna essere arrabbiati, dentro di noi vogliamo giocare tutti ed in campo dobbiamo dare il massimo” ha dichiarato Strefezza nel corso della nostra trasmissione.

Marin Pongracic
Marin Pongracic

Strefezza su Pongracic

Le ultime, convincenti prestazioni di Marin Pongracic con la maglia del Lecce non sono passate inosservate al suo CT Dalic che, convinto dal suo andamento, ha deciso di convocarlo per le prossime partite di qualificazione all'Europeo. Per Marin si tratta di un ritorno con i colori dei “Vetreni”: l'ultima apparizione è datata al 2022, in una gara di Nations League contro l'Austria. 

Per lui si tratterà certamente di una grande opportunità per confermarsi ad alti livelli, quelli che ovviamente dovrà garantire al suo Lecce per guidare i compagni al raggiungimento della salvezza

"Pongracic è di un'altra categoria. Ha fisico, è intelligente, ha forza e personalità. Fa un'ottima coppia con Baschirotto e sta trovando la continuità che non c'è stata nella passata stagione. Deve continuare così e non montarsi la testa, ma conoscendolo è un ragazzo tranquillo e continuerà così" ha dichiarato Strefezza nel corso della nostra trasmissione.

Verona-Lecce, Live Reaction di Pianetalecce al Pipa di Muro Leccese
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita