header logo

Che avesse qualità da vendere per dimostrare a tutti il suo valore lo si era capito fin da subito ma riuscire a esordire nel massimo campionato, dimostrando grande personalità e maturità in mezzo al campo come se fosse un veterano non è mica cosa da tutti.

Nell’ultima partita di campionato, Patrick Dorgu, classe 2004, non ha deluso le aspettative confermando quanto di positivo era stato intravisto la passata stagione con la Primavera: grinta, corsa, tecnica, abilità nel recuperare i palloni e partecipazione alla manovra offensiva con innumerevoli inserimenti sulla fascia e cross all’interno dell’area di rigore.

Per il ragazzo danese, i 65 minuti di ieri sera contro la Lazio sono stata l’ennesima conferma di avere, in casa giallorossa, una risorsa che (sebbene sia solo l’inizio del campionato) abbia il giusto potenziale per poter diventare imprescindibile nelle gerarchie tattiche della rosa di quest’anno.

Arrivato la scorsa estate dalle giovanili del Nordsjaelland, Dorgu ha giocato l’ultimo campionato in Primavera, vincendo lo scudetto e totalizzando 38 presenze e 4 gol. Quest’anno, ha partecipato all’intero ritiro estivo dei salentini, assieme ad altri ragazzi del settore giovanile della passata annata tra i quali Burnete, Corfitzen e Berisha, sorprendendo positivamente l’allenatore D’Aversa rimasto colpito dalle sue qualità e definendolo in più riprese un “predestinato”, tanto da essere chiamato in causa nel primo impegno ufficiale della stagione, in Coppa Italia contro il Como, subentrando dopo 15 minuti all’infortunato Gallo, cambiando l’inerzia della partita e servendo l’assist per il gol del definitivo 1-0 ad Almqvist, per poi essere nuovamente schierato dal primo minuto nella sfida di campionato contro la Lazio.

Attorno al ragazzo, ci sono già le tracce di alcuni club di primissima fascia ma per il momento l’obiettivo è quello di continuare a confermare le aspettative con prestazioni di alto livello, regalando gioie ai propri tifosi e contribuendo al raggiungimento dell’obiettivo stagionale.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"