header logo

Sul tavolo della sala stampa ancora vuota all'interno dello stadio “Via del mare” c'è una cartellina griffata U.S. Lecce con su scritto “Mister Gotti”. E' il giorno dell'inizio di un nuovo ciclo in casa giallorossa. 

Il clima

La presentazione di un nuovo tecnico è sempre un momento cruciale. Questa volta arriva in un momento particolare, a dieci giornate dal termine del campionato, nel mezzo di una vera e propria tempesta. Eppure il clima generale sembrerebbe tradire un senso di tranquillità. Anche il cielo sopra lo stadio, inizialmente carico di pioggia, col tempo lascia spazio al sole. Hai visto mai che sia un segnale premonitore. 

L'arrivo 

C'è il pienone in sala stampa e non potrebbe essere altrimenti per un appuntamento coì importante. Luca Gotti arriva scortato dal team manager Claudio Vino. Nessun dolcevita d'ordinanza, tanto caro al tecnico veneto: ha già indosso la tuta da campo del Lecce, essendo arrivato direttamente dal quartier generale di Acaya, dove ha diretto il suo primo allenamento

Giorni difficili 

A margine della sua presentazione interviene il responsabile dell'area tecnica Pantaleo Corvino. Al di là di quelle che sono le sue dichiarazioni, si percepisce la tensione, conseguenza delle difficoltà degli ultimi giorni. Da domenica pomeriggio in poi, la società ha dovuto affrontare momenti davvero difficili. La sconfitta contro il Verona e i fatti che ne sono seguiti, l'esonero di Roberto D'Aversa e la ricerca di un nuovo tecnico, la scelta di Gotti e il disbrigo delle ultime pratiche. Il tutto mentre scorrono inesorabili le ore che separano la squadra dalla delicatissima sfida di Salerno: se non è un dentro o fuori poco ci manca. 

Le parole di Gotti

Ai microfoni della sala stampa Gotti è esattamente era lecito aspettarsi: misurato, si appalesa come uomo di cultura, non solo uomo di sport. Roba rara per un mondo come quello del calcio. La sensazione è che sia quello che serve al Lecce in questo momento: un equilibratore, o meglio, un normalizzatore. La sua pacatezza sembra quasi stridere con il clima incandescente della piazza. Non ci saranno stravolgimenti, nessuna rivoluzione copernicana. Bisogna salvaguardare quanto di buono c'è in questa squadra, lavorando inevitabilmente sugli aspetti da migliorare. 

Luca Gotti

Le citazioni

Cita Fabrizio De André ("Alle volte vai in una direzione ostinata e contraria e devi avere la forza di perseguirla, non devi cercare il consenso"), predica tranquillità ("Arriverà in fondo chi resterà più calmo"), sottolinea l'importanza dell'aspetto mentale ("La cosa importante è non perdere la testa, avere alcuni concetti condivisi molto chiari"). 

Missione salvezza

Parla di un Lecce “elettrico, con la consapevolezza di avere a disposizione un gruppo giovane, con qualche inevitabile difetto, ma anche con uno straordinario margine di miglioramento. Finita la conferenza stampa, lascia il “Via del mare” con il pensiero rivolto già alla seduta pomeridiana, utile per imparare a conoscere il gruppo a sua disposizione. A bocce ferme, la sensazione è che Gotti sia stata la scelta migliore per questo Lecce. A lui il compito di rimettere in carreggiata la squadra giallorossa e guidarla alla salvezza nelle ultime dieci sfide del campionato. 

In diretta su Twitch a partire dalle 15:30. Come seguirci
Salernitana-Lecce ad un fischietto campano: ecco tutti i precedenti