header logo

Prova di maturità per il Lecce di D’Aversa che scende in campo, all’Allianz Stadium, contro la Juventus di Massimiliano Allegri per il turno infrasettimanale valevole per la sesta giornata di campionato.

I giallorossi con Falcone in porta; Dorgu, Pongracic, il rientrante Baschirotto dopo il turno di squalifica e Venuti, al suo esordio in campionato, a formare la linea difensiva; Oudin, Ramadani e Blin a centrocampo; infine, capitan Strefezza, Krstovic e Almqvist in attacco. Assenti per infortunio Dermaku e Banda.

 

La cronaca del primo tempo di Juventus-Lecce

Fin dalle prime battute, la Juventus prova a prendere le misure del gioco in mezzo al campo attraverso la gestione e il possesso del pallone. Dopo 60 secondi il tiro di Rabiot, da interessante posizione, viene comodamente bloccato da Falcone. I giallorossi, dal canto loro, con personalità e agonismo riescono a tener testa all’avversario, lottando su ogni pallone, non facendo assolutamente far sembrare così ampio il divario tecnico tra le due compagini. Al 22esimo Milik ci prova dalla lontananza ma serve ben altro per impensierire l’estremo difensore dei salentini. Al 26esimo l’occasione di passare in vantaggio per gli uomini di Allegri: imbucata di Danilo per Chiesa che, davanti al portiere, incrocia troppo con il sinistro, calciando di poco a lato. Il primo tempo scorre senza particolari sussulti con i giallorossi che difendono il risultato di parità, mantenendo ordine e solidità difensiva. 

La cronaca del secondo tempo di Juventus-Lecce

In avvio di ripresa la Juventus passa in vantaggio: al 57esimo Milik è il più lesto a colpire il pallone all’interno dell’area di rigore, sulla sponda di testa di Rabiot, trovando il gol dell’1-0. Al 62esimo il Lecce fa tre cambi: Sansone, Rafia e Gendrey rispettivamente al posto di Strefezza, Oudin e Venuti. I bianconeri sembrano in fiducia, provando a sfruttare il campo in ampiezza attraverso continue ripartenze. Al 65esimo ci prova Rabiot ma il suo tiro di mancino termina a lato. Al 69esimo altra sostituzione per la squadra di D’Aversa: in campo Kaba al posto di Ramadani.

Il Lecce prova a reagire, cercando di costruire manovre offensive degne di nota ma i bianconeri non rischiano praticamente nulla, difendendo il risultato. All’82esimo ultimo cambio per i giallorossi: in campo Piccoli per Blin. Al 93esimo i salentini rimangono in inferiorità numerica: doppia ammonizione, per simulazione, per Kaba, costretto ad abbandonare il campo.

Si ferma a cinque la striscia di risultati utili consecutivi per il Lecce che non riesce nell’impresa, uscendo sconfitto per la prima volta in campionato rimanendo a quota 11 punti in classifica.

I giallorossi torneranno in campo questo sabato, al Via del Mare, per la sfida contro il Napoli Campione d’Italia.

 

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"