header logo

Il 4, 11 e 13 febbraio torna lo Storico Carnevale di Gallipoli. Saranno tre appuntamenti con la bellezza, i colori e la goliardia di uno dei centri più rinomati di Puglia in cui da secoli si tramanda la lavorazione artigiana della cartapesta per la costruzione di grandi carri allegorici che sfilano per due giornate sul corso della città.

Organizzato da Comune di Gallipoli – Assessorato turismo e spettacolo – e Ministero della cultura e dello spettacolo, in collaborazione con Pro loco Gallipoli, Fabbrica del Carnevale e Poieofolà-CostruzioniTeatrali, lo Storico Carnevale di Gallipoli edizione 2024 si propone con un nuovo ed affascinante tema, Museum, con lo slogan "Un museo è un luogo dove si dovrebbe perdere la testa" (Renzo Piano). Da Gallipoli, dunque, partirà un vero e proprio omaggio all'arte museale Mondiale, con ovvia attenzione alle opere di cui l'Italia è ricca: le rielaborazioni degli artisti cartapestai renderanno Corso Roma una vera e propria pinacoteca a cielo aperto.

 

DOMENICA 4 FEBBRAIO – CORSO MASCHERATO DI PRESENTAZIONE

Primo appuntamento domenica 4 febbraio. L'avvio alle ore 12 da Piazza Duomo, in pieno centro storico, con il consueto insediamento di "Re Candallinu" e "Regina Mendula Riccia". Al termine del suono del campanile della Cattedrale, uno squillo di trombe precederà l'arrivo dell'Araldo Teodoro che affacciandosi dal balcone del Palazzo di Città, lo storico Palazzo Balsamo, comunicherà alla cittadinanza la cessione del regno di KALE' POLIS a Re Candallinu e Regina Mendula Riccia, nuovi regnanti del periodo di festa. Anche loro si presenteranno alla città affacciandosi dal balcone e qui ricevendo dalle mani del sindaco le chiavi di Gallipoli e lo scettro del governo su tutto il territorio cittadino.

Re Candallinu e Regina Mendula Riccia incarnano l'immagine della manifestazione gallipolina, acquisendo i propri fantasiosi nomi di rappresentanza dai confetti tipici del carnevale che storicamente venivano lanciati dai signorotti sulla centralissima via Antonietta De Pace, quando la festa anticipava i grandi bagordi interdetti dall'imminente Quaresima. Dopo la lettura del "Regal editto di Re Candallinu" seguirà il corteo che si snoderà da piazza Duomo per le vie della città vecchia, con la partecipazione del Gruppo storico sbandieratori e musici "Rione Lama" da Oria (Br).

Alle ore 15.00 sempre di domenica 4 febbraio ci si sposterà su Corso Roma per l'ufficiale taglio del nastro del PRIMO CORSO MASCHERATO, alla presenza delle autorità e delle Loro Maesta' del Carnevale. Da qui entrerà nel vivo la grande festa della goliardia gallipolina con la tradizionale sfilata che si allungherà lungo tutto il chilometro del Corso. Si alterneranno i dieci Carri allegorici di prima e seconda categoria e i numerosi gruppi mascherati che presenteranno i propri lavori, tutti ispirati al tema MUSEM, proposto dalla direzione artistica della manifestazione curata da Alberto Greco. Ad osservarli e giudicarli sarà la Giuria dello Storico Carnevale di Gallipoli che decreterà i vincitori dell'edizione 2024 per ognuna delle tre categorie (Carri allegorici di prima categoria, Carri allegorici di seconda categoria e Gruppi mascherati).

 

DOMENICA 11 FEBBRAIO – CORSO MASCHERATO DI PREMIAZIONE

La festa si ripeterà domenica 11 febbraio sempre dalle ore 15.00 su Corso Roma, con la proclamazione dei vincitori. Alle ore 20.00 la festa si concentrerà in Piazza Aldo Moro con l'avvio dello spettacolo Festival "Bar Italia".

 

MARTEDÌ "GRASSO" 13 FEBBRAIO - RAPPRESENTAZIONE DE "LU TITORU" E "MORTE DEL CARNEVALE"

Lo Storico Carnevale di Gallipoli vivrà la sua ultima giornata martedì "grasso" 13 febbraio, con uno speciale appuntamento tutto concentrato nel cuore antico della città e dedicato alla tradizione, con la riproposta di momenti genuinamente legati al folklore del carnevale in questo piccolo borgo jonico salentino. Alle ore 17, infatti, in Piazza Duomo andrà in scena la morte del carnevale con la tragicomica messa in scena te lu TITORU, che muore strozzato da una polpetta, sancendo il lutto e la fine della festa.

A seguire, alle 17.30, "Alla Corte delle Fole", Percorso artistico teatrale urbano nelle suggestive vie del centro storico partendo da Palazzo Balsamo a cura di Poieofolà–CostruzioniTeatrali.

Tutte le iniziative sono con partecipazione gratuita.

Info e aggiornamenti su www.facebook.com/carnevaledigallipoli

 

LA TRADIZIONE TRA STORICI MAESTRI E NUOVE LEVE

In questi giorni di attesa della festa, i mastri cartapestai sono impegnati a rifinire le grandi opere artistiche che sfileranno nel coloratissimo corso mascherato.

Ecco i cinque grandi carri allegorici in gara di Prima categoria

LIBERIAMO I NOSTRI SOGNI del giovane team di Fideliter excubat guidato dal Maestro Gabriele Cortese e dal Maestro Roberto Perrone;

TEMPERA GRASSA SU TAVOLA – IL SOGNO DI BOTTICELLI del rodato team dei Fratelli Coppola, macchina del carnevale per eccellenza con in prima linea il Maestro Stefano Coppola;

ARTE... AMALA E DIFENDILA del veterano del Carnevale Maestro Franco Monterosso, che vanta oltre 40 anni di partecipazioni;

RISK ART COUNTDOWN dell'emergente team di lavoro capeggiato da Oreste Scorrano, allievo delle botteghe artigiane storiche;

IL TRIONFO DI BACCO E ARIANNA del team di lavoro più numeroso, quello di Siamo Noi Group guidato dal maestro Giovanni Pacciolla.

I cinque carri di seconda categoria sono realizzati invece dalla Giovane Bottega artigiana della cartapesta, in cui giovani e grandi maestri si affiancano per garantire il futuro del carnevale gallipolino e la prosecuzione della tradizione.

Tra i gruppi mascherati partecipanti non mancheranno quelli storici, provenienti da altri centri salentini con una grande cultura carnascialesca, come Melissano Racale e Galatone, che da anni stringono con Gallipoli un grande patto di alleanza artistica.

 

GALLIPOLI CITTA' DI EVENTI TUTTO L'ANNO

"Il Carnevale rappresenta uno degli eventi di punta del calendario cittadino e quest'anno più che mai la città brillerà attraverso l'arte e la cultura, grazie al lavoro degli artigiani della cartapesta che lavorano da mesi per regalare emozioni, come da tradizione. E così, ancora una volta, Gallipoli dimostra la sua innata capacità di attrarre tutto l'anno". (Sindaco di Gallipoli Stefano Minerva)

"Siamo la città dell'estate per antonomasia ma con un patrimonio di tradizioni ed eventi che brillano da gennaio a dicembre e che è nostra cura tutelare e promuovere. Tra questi il Carnevale, orgoglio di comunità, che non senza fatica facciamo rivivere ogni anno, con grande impegno, grazie alla rete di associazioni storiche e nuove che abbiamo la fortuna di avere al fianco. (Assessore Spettacolo ed Eventi Tony Piteo).

 

Programma STORICO CARNEVALE DI GALLIPOLI

DOMENICA 4 FEBBRAIO 

Ore 12.00 piazza Duomo - CENTRO STORICO

Palazzo Balsamo

Al termine del suono del campanile della cattedrale, lo squillo di trombe annuncia il suggestivo affaccio dell'Araldo Teodoro, che annuncerà alla cittadinanza la cessione del regno di KALE' POLIS alle Loro festantissime Maesta' Reali del Carnevale RE CANDALLINU E REGINA MENDULA RICCIA

Accompagnati in corteo regale dal gruppo Sbandieratori Oria Rione Lama.

 

ore 15.00 - CORSO ROMA

Taglio del nastro ufficiale del PRIMO CORSO MASCHERATO, alla presenza delle autorità e delle Loro Maesta' del Carnevale.

5 i Carri allegorici di I°categoria

5 i Carri Allegorici di II°categoria

Tutti ispirati  al tema MUSEM, proposto dalla direzione  artistica della manifestazione curata da Alberto Greco, nel quale  si rende omaggio all'arte museale Mondiale, con maggiore attenzione alle opere di cui l'Italia è ricca, ma passando anche dalla rielaborazione degli stessi artisti cartapestai i quali hanno "incorniciato" le proprie opere che renderanno CORSO ROMA una PINACOTECA a cielo aperto, grazie  anche al contributo  di un folto numero di GRUPPI MASCHERATI provenienti dall'intero Salento.

Alziamo le maschere quindi!

 

DOMENICA 11 FEBBRAIO

 

ore 15.00 - CORSO ROMA

SECONDO CORSO MASCHERATO DI PREMIAZIONE – MUSEUM-

5 i Carri allegorici di I°categoria

5 i Carri Allegorici di II°categoria

Tutti ispirati  al tema MUSEM, proposto dalla direzione  artistica della manifestazione curata da Alberto Greco, nel quale  si rende omaggio all'arte museale Mondiale, con maggiore attenzione alle opere di cui l'Italia è ricca, ma passando anche dalla rielaborazione degli stessi artisti cartapestai i quali hanno "incorniciato" le proprie opere che renderanno CORSO ROMA una PINACOTECA a cielo aperto, grazie  anche al contributo  di un folto numero di GRUPPI MASCHERATI provenienti dall'intero Salento.

 

ORE 20.00 PIAZZA A. MORO

FESTIVAL "BAR ITALIA"

 

MARTEDÌ "GRASSO" 13 FEBBRAIO

 

CENTRO STORICO

Ore 17.00 piazza duomo

Rappresentazione de "lu Titoru" e "morte del Carnevale"

 

Ore 17.30 "Alla Corte delle Fole", Percorso artistico teatrale urbano nelle suggestive vie del centro storico partendo da Palazzo Balsamo

 

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Sinner-Medvedev è la finale degli Australian Open: dove e quando vederla