header logo

Il Questore di Lecce, Dott. Andrea Valentino, ha applicato ieri 27 luglio la misura del DASPO urbano a un 31enne senegalese che ha messo a repentaglio l’Ordine e la Sicurezza Pubblica con il suo comportamento violento. 

Cosa è successo a Lecce davanti a Il Barroccio?

La sera del 20 luglio scorso, una chiamata alla sala operativa ha segnalato un’aggressione nei pressi del Viale dell’Università, dove si trova il famoso locale “IL BARROCCIO”. Gli agenti delle Volanti sono intervenuti e hanno scoperto che l’aggressore era un uomo ubriaco che aveva colpito al volto con un bicchiere di vetro il proprietario del locale, causandogli una grave ferita. L’uomo voleva continuare a bere nonostante fosse già in evidente stato di ebbrezza. 

Gli agenti hanno riconosciuto lo straniero, già noto alle forze dell’ordine per episodi simili di ubriachezza molesta avvenuti in altri locali della zona nel mese di dicembre 2022. Lo straniero era infatti inserito nell’applicativo SCUDO della Polizia di Stato e aveva la fama di essere aggressivo quando beveva. Lo straniero è stato denunciato per lesioni personali e la vittima è stata portata d’urgenza all’Ospedale “Perrino” di Brindisi, dove ha subito un intervento di chirurgia plastica. 

Le indagini svolte dagli agenti dell’UPG e SP e della Divisione Polizia Anticrimine hanno confermato la pericolosità del 31enne per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, e hanno spinto il Questore a emettere il DASPO URBANO. La misura prevede il divieto per lo straniero di accedere e stazionare per 24 mesi presso l’esercizio commerciale “Il Barroccio” e presso tutti gli esercizi pubblici che vendono cibo e bevande.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"