header logo

Questa sera il Lecce di D’Aversa tornerà in campo al "Via del Mare" in vista della sfida di campionato contro il Genoa di Alberto Gilardino, valevole per il quinto turno.

Considerando gli obiettivi della stagione, quello contro il Grifone sarà uno scontro diretto da non dover minimamente sbagliare, cercando di ottenere un risultato positivo e guadagnare preziosi punti in ottica salvezza.

Tra i protagonisti dell’incontro ci sarà Wladimiro Falcone che anche oggi scenderà in campo per difendere i pali della porta giallorossa. Per lui sarà una sfida particolare, quasi un derby, considerando il passato a Genova, sponda blucerchiata.

Classe 95, con la Samp Falcone ha giocato fin da tenera età, trasferendosi nel 2009 e giocando nelle giovanili fino alla Primavera, divenendone il primo portiere nella stagione 2012/13. A causa del poco spazio in prima squadra e gli innumerevoli prestiti in giro per l’Italia, con i blucerchiati colleziona in totale 12 presenze nel massimo campionato, specialmente nell’anno 2021/22 (ben 10), visti i continui problemi fisici del portiere titolare Audero che non giocherà diverse partite di quella stagione, nelle quali si mette in mostra, sfoggiando parate e interventi di prestigiosa qualità e efficacia. Nonostante le poche apparizioni in maglia blucerchiata, il legame con quella squadra rimane fortissimo, considerando il lunghissimo periodo di militanza in città. In un recente messaggio di addio sui social, dopo il passaggio definitivo in maglia giallorossa di questa estate, aveva scritto: “Genova e la Samp faranno per sempre parte della mia vita. Rimarrai per sempre la mia seconda famiglia”. A dimostrazione di quanto forte e indissolubile sarà il rapporto con il club nonostante le strade, tra di loro, si fossero definitivamente divise.

Contro i rossoblù, però, non ha mai preso parte in un derby, sedendosi sempre in panchina nei precedenti con la maglia blucerchiata.

Questa sera avrà la possibilità di giocarci contro, da titolare, con i suoi nuovi colori e sicuramente non vedrà l’ora di sapersi dimostrare, ancora una volta, all’altezza del contesto attraverso i suoi soliti prodigiosi interventi, per portare la squadra al successo, rendendosi nuovamente protagonista.

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"