header logo

La cessione all'asta del Pallone d'oro conferito a Diego Maradona come miglior calciatore ai Mondiali 1986, annunciata per questa settimana, è stata rimandata a causa di un'indagine giudiziaria sulla eventuale rivendita di beni derubati. 

Gli eredi del campione argentino hanno intrapreso una procedura giudiziaria d'urgenza. Un tribunale francese aveva deliberato che l'asta poteva andare avanti, ma l'avvocato degli eredi ha inoltrato ricorso. La casa d'aste francese Aguttes ha affermato quanto segue:

Questo clima litigioso e queste incertezze non permettono agli intenditori di avvicinarsi a questa acquisizione con calma, e il nostro ruolo di terza parte fidata non può più essere adeguatamente svolto. 

Bentivogli su Rodriguez: "Avevamo la sensazione di aver preso un giocatore in grado di fare la differenza in B"
Gotti, il Lecce e un futuro mostruoso: il cocktail perfetto