header logo

Mister Roberto D’Aversa ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Frosinone-Lecce.

Che partita sarà?

Loro sicuramente partiranno con intensità. Sarà una gara molto importante per entrambe le squadre. Troveremo uno stadio pieno, soprattutto il nostro settore ospiti, riempito velocemente. Dobbiamo essere pronti per partire forti subito, trovando continuità nel corso della gara. Devo considerare qualche giocatore con qualche problemino.

Perché i tanti gol subiti ad inizio secondo tempo?

Nelle ultime 3 partite abbiamo subito 10 gol facendone 0. La differenza è che prima cercavamo di portare gli episodi dalla nostra parte, ultimamente non stiamo facendo questo. Bisogna analizzare soprattutto il dato inerente alle ultime 3 partite. La componente comune è la determinazione, in entrambe le fasi. Non ci dobbiamo far influenzare dall’ultima partita contro la squadra più forte del campionato; pensiamo che ad oggi avere 24 punti ed essere davanti alle rivali è un aspetto positivo. Il calendario sarà più abbordabile, ma non semplice.

Sarà uno spartiacque della stagione?

Partita importante, non decisiva ma molto importante. Sono due squadre che se all’inizio dell’anno si fosse parlato di 24 e 23 punti… avrebbero firmato. Poi si può ragionare sulle cose da migliorare, quello sempre. Il mese di marzo sarà importante per delineare il resto del campionato. Ricordo il nostro obiettivo: salvarsi all’ultimo minuto dell’ultima giornata.

Ballottaggio Krstovic-Piccoli?

Sì. Krstovic ha avuto un exploit iniziale, Piccoli è stato costante dal punto di vista realizzativo. Sarà una scelta considerando che in corso d’opera non caliamo in quel ruolo.

L’aspetto decisivo

La tattica ha un’importanza, ma sarà fondamentale l’interpretazione, così come la determinazione. Miglioriamo la precisione, non è sempre fortuna o sfortuna: sarà decisiva la determinazione da questo punto di vista. La partita di domani verrà decisa dalla voglia di vincere i duelli.

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Tra dubbi e certezze: Lecce, chi scenderà in campo a Frosinone?