GUARDA LA LIVE TWITCH 💜

Offerta da
PARLA IL DS

Petrachi: "La svolta? Credo ci sia stato un input tattico, il Lecce ha giocato con più coraggio"

Scritto da Filippo Verri  | 

Gianluca Petrachi, ex DS di Torino e Roma, presente al Via del Mare per Lecce-Atalanta, è stato intervistato dalla Gazzetta del Mezzogiorno.

Cosa è cambiato nelle ultime gare?
“Credo che ci sia stato più un input tattico. Credo che il Lecce abbia giocato con più coraggio. All'inizio giocava molto dietro, di ripartenza. Con l'Atalanta ho visto uno spirito diverso: si gioca più alti e si recupera palla nella metà campo avversaria. Un atteggiamento che sta sicuramente pagando”.

Comporta un dispendio maggiore di energie?
“Sì, infatti Strefezza, Di Francesco e Colombo nella ripresa erano cotti e sono stati sostituiti. Ma chi è entrato ha fatto decisamente bene, sempre con quell'atteggiamento dell'aggredire alti. Poi ci sta che tu possa perdere, ma perdi giocando a calcio. E il tifoso si identifica nella squadra.
Contro il Bologna magari si era corso, ma lo si era fatto male".

Chi l'ha sorpresa?
“Io penso che, intanto, il Lecce abbia indovinato il portiere. Per me Falcone ha già regalato dei punti importanti alla squadra. Credo che tra i pali lui sia davvero molto forte. E poi sicuramente mi ha impressionato lo spirito di Baschirotto, che sta diventando trainante per tutti. È la dimostrazione che col lavoro si possano raggiungere grandi risultati".

Baschirotto merita la Nazionale?
“In Italia ci si entusiasma facilmente. Basta poco per essere già identificato come fenomeno. Ma per raggiungere la Nazionale, bisogna fare bene interi campionati, non in alcune partite. Detto questo, io credo che lui stia dando molto di più di quello che poteva dare. E poi in Nazionale da terzino o da centrale? Da terzino ci sono altri che hanno un filino di qualità in più. Forse, da centrale potrebbe avere qualche chance, se continua a giocare così”.

Blin-Hjulmand-Gonzalez
“Se hai dei punti di riferimento eviti di correre a vuoto. La squadra si muove a fisarmonica, prima il Lecce era spaccato nel mezzo. Questo centrocampo è più adatto. Sono convinto che Gonzalez possa far vedere quel briciolo di talento in più se si scrolla di dosso il peso della responsabilità: sta giocando un po' con il freno tirato, ci sta”.

Banda
“Sono bastati 2-3 punti con l'Inter e ne hanno fatto un fenomeno. Lui deve crescere mentalmente. Se abbina la testa all'esplosività farà un bel salto”.

Ceesay-Colombo
“Hanno caratteristiche diverse. Ora nel proseguo del campionato ci sarà spazio per tutti, con i 5 cambi si può essere titolari in qualsiasi momento”.