SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
BOMBER

Hai il capocannoniere del campionato? Ecco cosa succede

Scritto da Andrea Sperti  | 

In Serie B poter disporre del capocannoniere del campionato significa avere ottime possibilità di promozione nella massima serie.

Il Lecce nelle ultime due stagioni ha avuto Massimo Coda in attacco, un centravanti che da sempre garantisce tanti gol alle sue squadre e che sia l'anno scorso che in questa stagione, salvo clamorose sorprese, dovrebbe laurearsi miglior marcatore del torneo.

Da quanto esistono i playoff, ossia dalla stagione 2006/2007, 9 volte su 17 campionati avere il capocannoniere ha permesso alla squadra di salire in Serie A. In queste 9 occasioni 2 promozioni sono arrivate tramite playoff, mentre le altre 7 già nella stagione regolare.

L'ultima squadra a beneficiare in modo totale dei gol del suo bomber è stato il Crotone di Stroppa, che nel 2019/2020 ha ottenuta la promozione grazie alle 20 reti di Simy.

Andando indietro nel tempo, poi, troviamo il Brescia di Donnarumma con Eugenio Corini in panchina, l'Empoli di Ciccio Caputo, il Verona di Pazzini, il Pescara di Lapadula, con la formazione abruzzese che ha ottenuto il salto di categoria vincendo gli spareggi con il Trapani, il Verona di Cacia, il Pescara di Immobile con Zeman in panchina, il Livorno di Tavano e la Juventus di Del Piero.

Il Lecce lo scorso anno ha sprecato le 22 reti di Coda che, a dire il vero, non è riuscito ad ottenere la promozione nemmeno quando ne ha segnate 21 con la maglia del Benevento nella stagione 2018/2019.

Sarebbe un peccato, però, sperperare tutto questo patrimonio di gol, anche perché i giallorossi occupano pure la seconda posizioni della classifica marcatori grazie alle 13 reti di Gabriel Strefezza. Il brasiliano, al contrario del suo compagno di reparto, ha segnato così tanto per la prima volta nella sua carriera e vorrebbe celebrare tutte quelle marcature con una promozione che meriterebbe per qualità e continuità di rendimento.

Nelle prossime 3 partite Coda e Strefezza faranno di tutto per migliorare il loro bottino di reti, trascinare il Lecce in Serie A e migliorare la statistica che vuole il capocannoniere del campionato promosso a fine anno. 

I GOL DEGLI ATTACCANTI 

Il Lecce è primo anche nella classifica dei gol segnati dal reparto offensivo. I giallorossi, infatti, hanno ottenuto 41 reti dai loro attaccanti. Ovviamente Coda e Strefezza con i loro 33 gol hanno quasi il monopolio di queste marcature, ma ci sono da ricordare anche le 5 reti di Di Mariano, le 2 di Rodriguez e l'unica marcature di Ragusa. In questo computo non si tiene conto delle 2 realizzazioni di Listkowski, calcolato come centrocampista sebbene giochi ormai da esterno d'attacco.

Al secondo posto di questa particolare classifica troviamo il Benevento con 37 realizzazioni da parte dei suoi terminali offensivi ed in terza posizione il Como a quota 32.

Il Pisa, prossimo avversario della truppa di Baroni, è staccato ma sta risalendo in fretta grazie alle reti di Torregrossa e Puscas. I due acquisti di gennaio hanno già realizzato 14 reti in 2, 7 a testa, mentre deve ancora sbloccarsi Lucca dopo un periodo di digiuno che dura ormai da tanto tempo. 


💬 Commenti