SIAMO LIVE! 👇🏻 ISCRIVITI AL CANALE TWITCH 💜 E ABBONATI CON PRIME: É GRATIS!

Offerta da
ASSICURA CHEVA

Chevanton: "Tre o quattro giocatori potrebbero seguire Gonzalez. Gallo? Margini impressionanti"

Scritto da Filippo Verri  | 

Javier Chevanton ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport.

VICE-COPPITELLI - “Sono soddisfatto. Già due anni prima del ritiro speravo di ritagliarmi un posto nella cantera del Lecce. Conosco i valori della società, ho un bel rapporto con la piazza, puntavo a mettere le mie conoscenze al servizio dei giovani talenti. I risultati mi danno fiducia: promozione con la Primavera nello staff di Grieco, poi l'U15 e ora in Primavera come vice Coppitelli, un professionista giovane con competenze da big”.

GONZALEZ E TALENTI - “Non mi stupirei se tra qualche anno tre o quattro giocatori facessero il salto di qualità come Joan. Dipende da loro, glielo ripeto sempre. Lecce è il posto ideale per muovere i primi passi ad alti livelli: c'è l'opportunità per tutti, però serve impegno dentro e fuori dal campo”.

PERSSON - “Ha subito un brutto infortunio e specialmente quando sei giovane ritrovare il ritmo non è semplice. Deve acquisire fiducia, ma le sue qualità non si discutono. È difficile che Corvino sbagli un colpo…”

COLOMBO - “Sono rimasti colpito dalla sua cattiveria, mi piace come si muove quando arriva la palla. Ha tanta voglia di cenare e cerca il gol con tutte le sue forze. Questo atteggiamento lo porterà lontano”.

GALLO - “Occhio pure a Gallo, che ha margini di crescita impressionanti. È un ragazzo intelligente, ogni tanto ci confrontiamo. Ha la fortuna di fare parte della famiglia Giacomazzi. So che parla spesso con Guillermo, che lo aiuterà a ragionare sempre nel modo giusto”.

RIPARTIRE DOPO LA SOSTA - “Dovranno essere bravi a restare concentrati e sfruttare gli episodi. Affronteranno squadre imprevedibili, con tanti giocatori di rientro dal Mondiale. Potrebbero essere stanchi, oppure avere una marcia in più perchè non hanno perso il ritmo partita. Sarà fondamentale ricominciare con il piede giusto”.