IL COMMENTO DEL MISTER

Baroni: "Cerchiamo di prendere ragazzi con grandi motivazioni, le impressioni sono positive"

Scritto da Filippo Verri  | 

Il tecnico dei salentini Marco Baroni ha parlato in seguito al successo in amichevole contro il Postal:

"Le impressioni sono buone perchè la squadra lavora sempre ed è dedita al lavoro. Abbiamo fatto una prima parte di test di valutazione delle qualità fisiche, poi siamo passati sulla parte aerobica ed adesso stiamo iniziando a giocare sul campo. Si vede la fatica nella partita ma bene, è un gruppo di ragazzi giovani con entusiasmo che lavora forte.

Questi sono test che ci servono per mettere minutaggio, è la prima partita su campo grande. La cosa principale è che non ci siano infortuni. Abbiamo visto alcune indicazioni, i ragazzi si sono mossi bene. Quando qualcosa funziona si cerca di portarla avanti, io non credo nella staticità dei moduli. Bisogna fare un calcio dinamico, lo richiede la categoria.

Stiamo cercando tutti insieme di accelerare l'inserimento dei nuovi arrivati e c'è grande disponibilità. È presto per dare valutazioni ma quando c'è disponibilità questo è fondamentale.
Frabotta viene da un infortunio, ha voglia e sa che per lui è una stagione determinante. Deve trovare delle conferme e gli daremo il tempo che necessita.

Noi abbiamo cercato di prendere giocatori con grandi motivazioni che si mettano in discussione: questo lo abbiamo trovato quindi si lavora forte.
I ragazzi mi conoscono, cerco di dare tutto me stesso. Abbiamo una sfida complicata e dobbiamo tutti lavorare in questo senso.

Il gruppo non mi sorprende nonostante sia un momento particolare causa calciomercato. Siamo sempre rivolti con grande attenzione al lavoro e cerchiamo di tenere la testa sul campo.
Cerchiamo di costruire un progetto tecnico con forte identità; anche in un campionato difficile si può e si deve fare. Nello spogliatoio ci sono tanti piccoli leader, poi ognuno deve lavorare con grande partecipazione. Quando c'è rispetto e attenzione allora ci sono i presupposti per essere dei leader."