SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
TUTTO DECISO

Corvino: "Vice Coda ed esterno? Vi spiego come stanno le cose"

Scritto da Andrea Sperti  | 

Pantaleo Corvino, responsabile dell'Area Tecnica giallorossa, oggi ha voluto fare il punto della situazione anche sul mercato in entrata, svelando le decisioni della società salentina riguardo la possibilità di acquistare un nuovo esterno ed un giocatore che possa contendere il posto a Coda.

REPARTO OFFENSIVO - “Noi non possiamo dire prima del tempo quello che si fa. Non abbiamo mai detto che stiamo cercando un altro esterno offensivo, al momento abbiamo Strefezza e Di Mariano, con Strefezza che senza rigori è capocannoniere del campionato. Di Mariano ha fatto già quattro gol e non ha ancora concluso il girone d’andata. Quando hai due esterni con certi numeri realizzativi in Serie B non devi preoccuparti di trovare altri titolari. Nelle alternative abbiamo Listkowski che quando è stato bene ha messo in mostra le sue qualità. Lui e Olivieri non sono degli scappati di casa, nonostante certi commenti. Olivieri viene da un campionato in cui ha fatto 29 presenze con una squadra che è arrivata prima e ha realizzato sei gol. Ragionando come un laboratorio, quando abbiamo proposto Strefezza a Baroni il tecnico ci ha detto che sarebbe andato a prenderlo lui se l’avessimo comprato. Lo abbiamo piazzato nel ruolo di esterno alto laddove nessuno pensava potesse giocare. Oggi è appetito da club importanti di Serie A ma non lo sbandieriamo. Noi vogliamo chiudere questa stagione nel modo in cui l’abbiamo iniziata, facendo sacrifici e rinunciando a delle proposte per dare soddisfazione ai nostri tifosi. Io e Trinchera facciamo fatica a convincere attaccanti a venire a fare il vice-Coda. Non si può pensare che dietro Coda ci sia un altro come lui a fare l’alternativa in Serie B. Non puoi pensare di spendere centinaia di migliaia di euro per fare il vice-Coda. Servono le idee. Rodriguez in quel ruolo era un’idea ma non ci è andata bene. Questo perché dobbiamo tenere conto non solo di quello che pensiamo noi ma anche del piacere dei calciatori. Strefezza ha sposato l’idea dell’esterno offensivo e si è sforzato. Qualcun altro invece non ci supporta. Pensavamo che Rodriguez potesse fare la prima punta con caratteristiche diverse. Nel Napoli c’è Osimhen che è un armadio e il suo sostituto è Mertens che ha caratteristiche diverse, ma questo è il calcio. Noi pensavamo di fare l’interesse di Rodriguez così come stiamo pensando di fare l’interesse di Olivieri. Il calcio è questo, l’importante è avere la disponibilità dei calciatori e la volontà dell’allenatore. 
Alla luce delle nostre analisi siamo arrivati al punto che un centravanti possiamo prenderlo. Siamo vicini a prenderlo ma siamo nella situazione purtroppo in cui uno stato di malessere può rinviare l’arrivo di un calciatore.”