GUARDA LA LIVE TWITCH 💜

Offerta da
CHI IN CAMPO

I dubbi di formazione di Marco Baroni

Scritto da Andrea Sperti  | 

Marco Baroni, tecnico del Lecce, ha parlato nella consueta conferenza stampa prepartita ed ha risposto alle domande dei giornalisti presenti. L’allenatore giallorosso ha fatto presente che ha ancora diversi dubbi di formazione, che scioglierà solo a poche ore dal match. 

GONZALEZ-HELGASON

“Ai miei giocatori dico sempre di pensare in 16. Noi dobbiamo lavorare tutti insieme per scalare questa montagna. Helgason e Gonzalez? Potrei invertirli in questa gara, ma non cambierebbe nulla. Uno dei due va sicuramente in campo, ma ancora non ho deciso". 

Con queste parole il tecnico dei salentini ha dribblato la questione. Di certo uno dei due scenderà in campo: contro l’Inter è toccato al giovane prodotto della Primavera, ma non è escluso che contro il Sassuolo possa avere spazio dal primo minuto la mezz’ala islandese. Come detto dall'ex Benevento anche Askildsen dovrebbe avere la possibilità di scendere in campo per prendere confidenza con il resto dei compagni. 

CHI TRA BLIN, BASCHIROTTO E TUIA?

Baroni ha poi parlato anche della difesa, commentando le valutazioni dei giornalisti presenti in sala stampa. Tuia è l’unico centrale di ruolo a disposizione dell’allenatore giallorosso, ma Blin e Baschirotto hanno disputato una grande partita contro l’Inter e messo in seria difficoltà il tecnico toscano, che domani dovrà decidere chi schierare al centro della retroguardia del Lecce:

“Tuia? È disponibile, si è allenato bene. Adesso farò delle valutazioni dal punto di vista di gestione della partita. L’ultima volta nei cambi sono arrivato un po' corto, quindi dovrà vedere anche questo. Corvino dice che ci sono pochi difensori. Ha ragione perché il calcio è cambiato. Se un giocatore va addosso, sa marcare con intelligenza allora può fare il difensore. Blin e Baschirotto per me non sono stati una sorpresa. Ovvio che poi ci sono anche gli avversari e bisogna tenere anche conto di questo”. 

AL CENTRO DELL’ATTACCO

Ceesay dovrebbe partire dal primo minuto ma anche Colombo potrebbe avere spazio durante il match. L’attaccante gambiano lotta e combatte fino a quando ha forza e non si può pensare che faccia quel tipo di lavoro per tutta la gara. Ecco perché è necessario avere in panchina un giocatore capace di entrare e fare comunque la differenza. Il commento di Baroni sulla domanda riguardante la punta centrale da schierare nella sfida di questa sera: 

“Ceesay non può fare il lavoro che ha fatto nell’ultima partita per 90 minuti, è impossibile. Lorenzo Colombo deve entrare meglio ma stiamo lavorando per questo. Abbiamo anche Persson che ha grande fisicità. Ceesay ha lavorato molto bene per tutta la partita. La disponibilità di questo ragazzo mi ha convinto da subito”. 


💬 Commenti