GUARDA LA LIVE TWITCH 💜

Offerta da
CHI ARRIVA

Quanto è dura la vita delle neopromosse in Serie A

Scritto da Andrea Sperti  | 
foto di Giulio Paliaga

Il Lecce di Marco Baroni deve ancora scendere in campo per la quarta giornata di campionato. I giallorossi affronteranno il Napoli dopo aver già giocato due sfide proibitive contro Inter in casa e Sassuolo fuori e lo scontro diretto del Via Del Mare con l’Empoli.

Nel frattempo, però, il turno infrasettimanale ha avuto inizio ieri ed ha avuto come protagoniste, si fa per dire, le due neopromosse lombarde: Monza e Cremonese. 

I brianzoli hanno incassato un altro risultato pesante, questa volta all’Olimpico contro la Roma di Mourinho. La compagine del duo Berlusconi-Galliani ha visto da vicino la prima doppietta di Paulo Dybala, autore di una gara da assoluto protagonista.

La Cremonese ha prodotto qualcosa in più rispetto alla squadra di Stroppa ma ha comunque perso 3 a 1 contro l’Inter in quel di San Siro, trovando la via della rete nel finale di gara ed incassando il vantaggio nerazzurro di Correa dopo pochissimi minuti dal calcio d’inizio.

Inutile dire che l’impatto con la nuova categoria è stato devastante per tutte e due le formazioni, in attesa che il Lecce possa magari rappresentare l’eccezione alla regola che vuole le neopromosse quasi sempre in difficoltà in questo campionato.

Lo scorso anno, dopo diverse stagioni, in Serie B è retrocessa solo una neopromossa dell’anno precedente, ossia il Venezia di Zanetti, con Empoli e Salernitana che hanno conquistato la salvezza, sebbene i campani in modo rocambolesco ed all’ultima giornata. 

La Serie A è uno dei pochi campionati europei nei quali le squadre che arrivano dalla seconda serie compiono una fatica enorme ad ambientarsi. Bisognerà trovare una soluzione reale, anche perché il Monza ha investito tanto, più di tutte tra le neopromosse, ma sta comunque combattendo contro le difficoltà che incontrano ed hanno incontrato tutte le altre.

Il calcio italiano deve ritornare quello di un tempo, quando le matricole rappresentavano un pericolo per le grandi ed il divario di introiti tra piccole e big del torneo non era così netto. 


💬 Commenti