SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
IL PROSSIMO AVVERSARIO

Ternana, Lucarelli: "Massimo rispetto per il Lecce ma possiamo fargli male"

Scritto da Andrea Sperti  | 

Cristiano Lucarelli, tecnico della Ternana, ha parlato in conferenza stampa dopo il pareggio contro il Cittadella, soffermandosi anche sul prossimo impegno contro il Lecce.

PARTITA – “"L'unico dubbio che posso avere è quello di aver caricato troppo questa partita. Abbiamo lavorato due settimane su di loro. Ci siamo snaturati. Non lo abbiamo fatto nemmeno quando abbiamo affrontato squadre più forti. Ho parlato di caratteristiche del Cittadella capaci di mettere a nudo i nostri problemi. Saranno indigesti a noi sempre."

FUTURO - "Se è un qualcosa di transizione stiamo nella norma. Stiamo mantenendo distanza dalla zona calda e siamo nella bagarre. Se diciamo che vogliamo vincere il campionato vi dico di no. In tutte le cose c'è un processo di crescita. Eravamo tutti convinti che non ci fosse tutta questa differenza tra la C e la B. Ho parlato con Perticone che è stato mio compagno di squadra a Livorno. Mi ha detto che siamo l'unica squadra che prova a giocare il calcio e che li abbiamo messi in seria difficoltà. Ha poi aggiunto che siamo stati sfortunati ad aver trovato la Serie B più forte degli ultimi 15 anni. La fortuna è che possiamo crescere in fretta. Tutto sta a quello che abbiamo nella testa. Se vogliamo fare un campionato di transizione, con qualche bella soddisfazione ed essere a ridosso dell'ottava, decima posizione abbiamo tutte le carte in regola."

LECCE - "Massimo rispetto per il Lecce, ci ho anche giocato. Sono molto legato. Oggi ero molto preoccupato. Venerdì giochiamo contro una squadra che gioca. Possiamo essere noi stessi e fargli anche male."

PROSSIMI IMPEGNI - "Da valutare c'è pure la partita successiva contro il Crotone. Sicuramente ci sarà bisogno di attingere alla rosa. Cercare di distribuire la fatica. Se riusciamo. Perdiamo due pedine difensive. Se non cambiamo ci facciamo male tutti. Ad un certo punto sembrava una partita di ping pong. Anche Martella è arrivato alla fine tirato. Non ho fatto quinto cambio a causa dell'infortunio di Marino. Sono convinto che abbiamo la possibilità di fare bene. Avremo anche le nostre occasioni."