L'ESORDIO

Sufficienza piena alla prima: Maleh può solo migliorare

Scritto da Andrea Sperti  | 

“Ci prendiamo il punto e continuiamo a crescere e migliorare, ma per quanto abbiamo creato avremmo senza dubbio meritato di più”, Youssef Maleh, ultimo arrivato in ordine di tempo in casa Lecce, ha commentato così il pareggio ottenuto dai suoi contro lo Spezia. Il centrocampista italo-marocchino ha giocato la sua prima partita da titolare con la maglia giallorossa, dopo un breve spezzone contro la Lazio, e si è disimpegnato con ordine e voglia nel centrocampo dei salentini.

Nella prima frazione di gioco ha corso tanto ma ha toccato pochi palloni, badando più a difendere che ad attaccare. Nella ripresa, invece, è entrato più in confidenza con i suoi compagni di gioco ed ha accompagnato maggiormente l’azione. 

A dire il vero, prima di lasciare il campo ha avuto sui piedi anche una buona occasione per colpire a rete, ma non ha stoppato il pallone in modo eccezionale ed ha calciato quasi cadendo, con il corpo all’indietro e la palla che è scivolata via.

Saverio Sticchi Damiani, nella sua consueta intervista post partita, ha detto la sua anche sul nuovo acquisto giallorosso: “Il nuovo arrivato Maleh ha fatto vedere buone cose, lasciando intravedere cosa potrà fare quando avrà raggiunto la migliore condizione”. 

In effetti l’ex Venezia non è sembrato ancora al top della forma, ed infatti ha lasciato il campo a metà ripresa, ma ha dimostrato padronanza con il pallone tra i piedi ed autorevolezza e personalità al centro del campo. Quando sarà al 100% della condizione fisica ed avrà assorbito tutti i dettami tattici di Mister Baroni allorà ci sarà davvero da divertirsi, con il tecnico toscano che avrà l’imbarazzo della scelta su chi schierare a centrocampo. Intanto, per domenica Maleh si candida per una maglia da titolare al Via Del Mare, uno stadio che ha voglia di impressionare con le sue giocate.