header logo

“L'Unione Sportiva Lecce comunica che, dai primi esami strumentali effettuati dal calciatore Morten Hjulmand, che hanno interessato il muscolo adduttore lungo della coscia destra, si evince una lieve elongazione dello stesso che al momento non presenta raccolte fluidi di tipo ematico. Seguiranno a distanza ulteriori accertamenti”.

Attraverso questo comunicato ufficiale, l'Unione Sportiva Lecce ha reso note le condizioni fisiche del capitano giallorosso, fermatosi purtroppo nell'allenamento di ieri. Non siamo medici ma da quello che percepiamo e capiamo rispetto all'entità di questo infortunio, ci pare molto difficile che il centrocampista danese domenica prossima possa scendere in campo a difendere i colori del club giallorosso con la fascia di capitano al braccio.

Ecco perchè ora, attraverso questo articolo, proveremo a ipotizzare come schiererà i suoi Baroni nello scontro diretto di domenica alle ore 12:30 contro lo Spezia. 

Davanti alla difesa, senza ombra di dubbio, ci sarà Alexis Blin. Il francese ha giocato due volte in quella porzione di campo in questa stagione - all'andata e contro la Fiorentina sempre a causa della squalifica di Hjulmand - e nel corso della sua carriera tante volte è stato impiegato in quel ruolo. Alexis interpreta i compiti da regista allo stesso modo di Morten: i due non sono maestri della verticalizzazione ma rappresentano un filtro fondamentale ed uno schermo davanti alla difesa.

Alla sinistra del mediano francese dovrebbe agire il suo connazionale Remi Oudin. Baroni non vorrebbe fare a meno di lui e del suo talento, soprattutto ora che pare aver trovato la giusta collocazione tattica, e per questo, con ogni probabilità, lo schiererà sulla sinistra, lasciandogli però lo spazio per svariare con personalità su tutto il fronte. 

Sulla destra, invece, in tre si giocano una maglia da titolare. Il più accreditato a vincere il ballottaggio pare essere Joan Gonzalez, se non altro perché fino a febbraio era lui a tirare la carretta nella zona nevralgica del campo assieme a Blin e Hjulmand. La sorpresa potrebbe essere rappresentata da Kristoffer Askildsen, sebbene pare difficile che il tecnico giallorosso si affidi ad un giocatore scomparso dai radar nell'ultimo periodo. infine, c'è Youssef Maleh, acquisto di gennaio che fino ad ora non ha brillato ma che ha una voglia matta di incidere con addosso questa maglia.

Baroni ha ancora qualche giorno per decidere ed alla fine schiererà chi vedrà più in forma o motivato, consapevole che anche i cambi in corsa potranno fare la differenza in una gara che si preannuncia parecchio equilibrata. 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"